Economia e Lavoro

Archivio sanitario digitale, Microsoft in Sardegna

Un nuovo modello per gestire le informazioni sanitarie dei sardi apre la strada all'arrivo del colosso Microsoft in Sardegna.



CAGLIARI - L'accordo che la Regione porta avanti con il gruppo Inpeco apre la strada a nuovi investimenti sul territorio e all'arrivo dell'innovazione Microsoft in Sardegna. Quest'oggi a Villa Devoto il Presidente Francesco Pigliaru, con l'assessore Raffaele Paci e il direttore del CRS4 Luigi Filippini, ha incontrato il presidente Inpeco Andrea Pedrazzini, Carlo Purassanta, amministratore delegato Microsoft Italia, Elena Bonfiglioli, direttore Senior Health Industry Microsoft e Anna Galantini, vice Presidente Inpeco.

IL PROGETTO DI RICERCA - A seguito del Protocollo d'intesa, firmato lo scorso dicembre dal presidente Pigliaru e dal presidente Inpeco Pedrazzini, il CRS4 e Inpeco hanno definito un progetto di ricerca per realizzare il prototipo di un nuovo modello di gestione delle informazioni riguardanti la salute e il benessere dei cittadini. Il progetto - che prende il nome di Total Patient Management (TPM) - ha l'obiettivo finale di gestire, tracciare, automatizzare e, soprattutto, controllare i processi di produzione dei dati clinici provenienti dalle strutture sanitarie e dai dispositivi personali nel rispetto assoluto della privacy. Saranno infatti studiati tutti gli aspetti etici, legali e sociali (cosiddetti ELSI), tenendo conto del nuovo paradigma secondo cui il paziente è detentore e gestore dei suoi dati sanitari. Al gruppo Inpeco (multinazionale leader nelle soluzioni per automazione e tracciabilità dei dati nei laboratori clinici) spettava la selezione di un importante partner tecnologico per la gestione dei dati in Cloud. La scelta è caduta su Microsoft.

REGIONE, INNOVAZIONE E ALTA TECNOLOGIA - "L'attrazione di investitori da tutto il mondo è uno degli obiettivi principali della Giunta - dice il presidente della Regione Francesco Pigliaru -. L'arrivo di Microsoft, che al di là di questo progetto con Inpeco apre prospettive importanti per la nostra regione, rafforza un percorso iniziato con l'arrivo di Huawei. L'innovazione e la velocità dell'evoluzione tecnologica fanno della Sardegna una terra all'avanguardia in questi settori e la Giunta continuerà a lavorare in questa direzione con tutti gli strumenti a sua disposizione per farne un punto di riferimento internazionale". Una politica di attrazione che passa anche dall'abbattimento della burocrazia e dalla velocizzazione dei tempi tecnici. "Crediamo moltissimo nelle potenzialità di sviluppo di settori strategici come l'ICT, nell'innovazione e nella ricerca, e l'arrivo del colosso mondiale Microsoft dimostra che in questi ambiti la Sardegna vanta competenze importanti e vere e proprie eccellenze - dice l'assessore della Programmazione e del Bilancio Raffaele Paci -. Noi le rilanciamo attraverso la strategia intelligente S3 Sardegna e sostenendo in ogni modo possibile i progetti di innovazione e alta tecnologia più validi, con particolare attenzione all'internazionalizzazione. Lavoriamo dal primo momento per creare nella nostra terra condizioni fortemente favorevoli".

IL RUOLO DEL CRS4 - A guidare con Inpeco l'intera fase della ricerca, che durerà 18 mesi, è il Centro regionale di ricerca. "Il settore di ricerca Data-Intensive Computing del CRS4 ha sviluppato importanti competenze sulla raccolta e analisi distribuita dei dati provenienti da processi clinici e sulla loro tracciabilità in studi relativi alla biologia e alla salute - sottolinea il presidente Luigi Filippini -. Il progetto TPM consentirà alla Sardegna di beneficiare dei risultati di questa ricerca e, grazie ai partner industriali, diventare un modello esportabile su scala internazionale".

CLOUD, L'INNOVAZIONE MICROSOFT - Grazie a questa iniziativa, Microsoft contribuirà al completamento del progetto, fornendo la piattaforma tecnologica che consente di avere un accesso capillare e sicuro alle informazioni generate dal sistema, a vantaggio dei cittadini. Microsoft partecipa nel progetto con design e sviluppo dell'infrastruttura Cloud per consentire a cittadini ed enti sanitari accessi immediati ai dati clinici e in tutta sicurezza. "Oggi è fondamentale l'innovazione nel mondo sanitario per affrontare la sfida dell'efficienza e offrire un servizio in grado di migliorare realmente la qualità della vita dei cittadini nel rispetto della sicurezza e della privacy - dice l'amministratore delegato di Microsoft Italia Carlo Purassanta -. In uno scenario in cui la spesa sanitaria si stima raggiungerà nel 2050 oltre l'11% del PIL, è prioritario puntare sull'eHealth per controllare i costi, ottimizzare le cure e facilitare l'accesso dei pazienti ai propri dati. Il Cloud Computing rappresenta uno strumento d'innovazione in questa logica e sono particolarmente orgoglioso del progetto realizzato dalla Regione Sardegna e dal gruppo Inpeco che va proprio in questa direzione, portando concretamente benefici a cittadini ed enti sanitari", conclude Purassanta.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it