Economia e Lavoro

Persone affette da disturbi mentali, accordo Comune-Università per l'inclusione

Inclusione socio-lavorativa delle persone con disturbo mentale residenti in città. È questo l'obiettivo del protocollo d'intesa firmato lo scorso 13 dicembre da Comune e Azienda Ospedaliero-Univeristaria di Cagliari.



CAGLIARI  - Inclusione socio-lavorativa delle persone con disturbo mentale residenti in città. È questo l'obiettivo del protocollo d'intesa firmato lo scorso 13 dicembre da Comune e Azienda Ospedaliero-Univeristaria di Cagliari.

"La premessa di questa collaborazione è la presenza di linee progettuali condivise - spiega Ferdinando Secchi, assessore alle Politiche sociali e Salute - Ciò è necessario quando si opera nell'ambito delle malattie mentali, perché non divengano un marchio, ma si possa iniziare a scoprire che chi ne ha sofferto può essere un cittadino attivo e utile alla comunità”.

“Per ottenere questo risultato occorre mettere in comune i rispettivi obiettivi e gli interventi programmati – ha concluso il rappresentante della giunta Zedda – concordare le procedure per gestire le comunicazioni e le eventuali differenze di visione sulle azioni da compiere. Perciò è importante la firma di questo protocollo”.

L'impegno delle due istituzioni, si legge infatti nell'accordo, renderà possibile concretizzare una sinergia efficace attraverso la costruzione di percorsi e progetti comuni, necessari a garantire la realizzazione di positive esperienze di presa in carico integrata e percorsi verso l'autonomia. Si propone, inoltre, di realizzare la mappatura ed il monitoraggio dell'area dei bisogni cui si riferiscono gli interventi, anche ai fini della programmazione socio-sanitaria.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it