Economia e Lavoro

Agenzia del Lavoro, a gennaio assunti 300 precari ex Csl e Cesil

Si conclude il piano di subentro del personale: dal 9 gennaio assunti i 300 precari ex Csl e Cesil



CAGLIARI - Si avvia alla conclusione il piano di subentro delle funzioni e del personale dell'Aspal, l'Agenzia sarda per le politiche attive per il lavoro. Il prossimo 9 gennaio 2017 300 precari firmeranno i contratti per l'assunzione nella nuova Agenzia che dallo scorso maggio, per effetto della legge regionale 9, ha preso in carico tutta la gestione delle politiche attive per il lavoro.

Dopo il passaggio delle funzioni e del personale a tempo indeterminato, già trasferito alle Province dal ministero del Lavoro (240 persone) e il personale di ruolo delle Province impiegato in via esclusiva nel sistema dei servizi e delle politiche attive dal 2013 (70), ora è la volta dei 300 dipendenti con contratto a termine che operavano già nell'Agenzia tramite i Csl e i Cesil e che verranno inseriti a tempo indeterminato a partire dal 9 gennaio.

Con una determina pubblicata oggi, il direttore generale dell'Aspal, Massimo Temussi, stabilisce il percorso di assunzione dei precari: da questo pomeriggio sono online sul sito della Regione, nella sezione "Servizi al cittadino – Concorsi, selezioni, mobilità e comandi" e sul sito www.sardegnalavoro.it, gli elenchi degli ammessi, degli ammessi con riserva e dei non ammessi alla procedura di inserimento.

«Quella che stiamo realizzando è una trasformazione straordinaria, la struttura è passata da 80 a 640 dipendenti in pochi mesi e arriveremo a 800», sottolinea il direttore Temussi, che ha avuto la nomina definitiva a capo dell'Agenzia venti giorni fa, «la nostra mission è riorganizzare e gestire le politiche attive per il lavoro nella Regione attraverso strumenti innovativi e rispondenti alle esigenze della vastissima platea di coloro che nell'isola non hanno un'occupazione».

«Sono gli utenti i nostri principali interlocutori e stiamo lavorando per riorganizzare e garantire un servizio coerente con le esigenze dei singoli territori», aggiunge il direttore generale, «l'obiettivo è arrivare a fornire un servizio personalizzato e tagliato su ogni singolo utente, secondo un modello polifunzionale in sinergia e collaborazione anche con operatori privati».

Nella foto una protesta nel 2013 dei dipendenti ex Csl e Cesil

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it