Economia e Lavoro

La Sardegna in Cina vale 12 milioni, ecco cosa vendiamo

Vale 11 milioni 900mila euro l’anno l’export della Sardegna verso la Cina. Di questi, ben 7 milioni e 800mila provengono dalle micro e piccole imprese manifatturiere che si occupano di agroalimentare, legno, minerali, bevande, metallurgia, prodotti agricoli, tessili e chimici.



Sono questi i numeri che emergono dall’analisi dell’Osservatorio per le Micro e Piccole Imprese di Confartigianato Sardegna, che ha preso in esame i dati dell’Istat relativi alle esportazioni negli ultimi 12 mesi (III trimestre 2015-II trimestre 2016) dalla nostra regione verso il Gigante Orientale.

“Abbiamo pensato di realizzare questa analisi dopo la visita-lampo in Sardegna, del presidente della Cina di poche settimane fa – commenta Maria Carmela Folchetti, presidente di Confartigianato Imprese Sardegna – per capire l’effettivo valore delle attuali esportazioni e lo spazio per le nostre imprese. I dati ci dicono come lo spazio sia enorme e come, di certo, i nostri prodotti meritano molto di più dei 12milioni registrati oggi”.

Il ricavato totale delle vendite sul mercato cinese registra un valore stazionario rispetto a quello registrato 12 mesi prima (III trimestre 2014-II trimestre 2015). Tra i prodotti realizzati in Sardegna quelli maggiormente richiesti sul mercato cinese sono i prodotti alimentari (31,6%); a seguire il legno e prodotti in legno e sughero (esclusi i mobili) col 31,5%; chiudono gli articoli in paglia e materiali da intreccio (31,5%) e altri minerali da cave e miniere (14,2%).

Le vendite di prodotti manifatturieri verso la Cina rappresentano l’82,7% dell’export totale verso questo Paese: negli ultimi 12 mesi ammontano a 9,8 milioni di euro, e pesano per lo 0,3% sul valore complessivo dell’export sui mercati esteri di beni manifatturieri made in Sardegna.  L’81,1% dell’export di prodotti manifatturieri è determinato dalla vendita di prodotti realizzarti nei settori a maggior concentrazione di MPI, il cui valore ammonta a 7,8 milioni di euro, in salita del 30,7% rispetto ai 12 mesi precedenti.

Il mercato cinese figura al 31° posto della classifica dei principali Paesi per quota dell’export manifatturiero di beni prodotti sull’Isola.
La Sardegna figura al 17° posto della classifica italiana per valore delle esportazioni verso la Cina di manufatti realizzati nella regione.

“La strada promossa dall’amministrazione regionale per incentivare le esportazioni e far crescere le imprese, è indubbiamente quella giusta – conclude la Folchetti – soprattutto per le piccole imprese che Confartigianato rappresenta. La nostra Associazione da tempo sta supportando le aziende dell’agroalimentare, dell’artigianato tipico e tradizionale, ma anche delle costruzioni, nella loro attività di sviluppo e approfondimento degli aspetti commerciali e del marketing per l’internazionalizzazione”.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it