Economia e Lavoro

Cibo, bevande e tabacchi. In Italia carrello della spesa più caro rispetto alla media Ue

Il solo costo di beni di prima necessità - pasta, latte, formaggio - fa schizzare l'asticella al più 11 per cento. Il Belpaese se la gioca alla pari solo con la Francia. I dati dell'Eurostat.



Le ultime rilevazioni Eurostat relative i prezzi provvisori al consumo e gli effetti sui consumatori nell'ultimo mese. Secondo l'ente statistico dell'Unione Europea, i prezzi medi per cibo, bevande non alcoliche e tabacco in Italia sono più alti del 9 per cento rispetto alla media europea, sono superiori a quelli medi di Germania e Belgio mentre sono in linea con quelli francesi. È quanto emerge nelle statistiche dell'Eurostat, secondo le quali nell'Ue i prezzi più alti per cibo e bevande si pagano in Danimarca (145 per cento rispetto al 100 della media Ue a 28) e i più bassi in Polonia (63 per cento).

L'Italia, guardando al solo prezzo del cibo, è dell'11 per cento sopra la media per tutti gli alimenti. Ma lo scarto diventa più alto, del 21 per cento per il gruppo "latte, formaggio e uova" (121). Guardando fuori dall'Ue il Paese europeo più caro per i soli alimenti è la Svizzera, a quota 172 punti. 

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it