Economia e Lavoro

L'Ue fa i conti in tasca all'Italia. Pil, crescita bassa: +0,9% nel 2017

Le previsioni economiche della Commissione Europea, timido rialzo per il prodotto interno lordo del Belpaese. Il punto percentuale raggiunto e superato solo nel 2018. Aumenta il deficit.



La crescita del Pil dell'Italia in termini reali è prevista allo 0,9 per cento nel 2016, dal +0,7 per cento del 2015, e allo stesso livello, +0,9 per cento, nel 2017, "principalmente come risultato del supporto della politica monetaria e dell'attesa accelerazione della domanda globale". Nel 2018 è stimata al +1,1 per cento, "sostenuta dagli sviluppi della domanda interna ed esterna". Lo scrive la Commissione Europea, nelle previsioni economiche d'inverno.

Nel 2018 "presumendo che non ci siano cambiamenti di politica economica - scrive la Commissione Europea - il deficit" dell'Italia "è previsto aumentare al 2,6 per cento del prodotto internolordo, anche a causa di un carico fiscale inferiore. Il bilancio 2017 contiene misure che hanno come impatto un aumento del deficit nel 2018, come l'introduzione di una flat tax sugli utili delle piccole imprese". Nel 2017 il deficit è previsto al 2,4 per cento del Pil.

ADNKRONOS

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it