Economia e Lavoro

L'Italia si riscopre popolo salutista. È boom di frutta e verdura (e di sprechi)

Nel 2016 circa 320 chili a testa, i prodotti "green" in cima alla lista della spesa, la carne al palo. I prodotti italiani conquistano i mercati esteri. Ma un frutto su 4 finisce dal campo al bidone della spazzatura.



Italiani salutisti a tavola: i consumi apparenti di frutta e verdura raggiungono nel 2016 circa 320 chili a testa, tre in più rispetto all’anno precedente, anche se continuano a pesare molto gli sprechi. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti, dalla quale si evidenzia anche che mai così tanta frutta e verdura made in Italy arriva sulle tavole straniere, con il record storico nelle esportazioni che raggiungono per la prima volta il valore di 5 miliardi di euro.

Gli acquisti delle famiglie italiane sono aumentati del 2 per cento rispetto al 2015, anno in cui si erano fermati a quota 8,1 milioni di tonnellate di prodotto fresco, di cui 4,5 milioni di frutta e 3,7 milioni di verdure. L'andamento positivo dei consumi è spinto soprattutto dalle preferenze alimentari dei giovani che fanno sempre più attenzione al benessere a tavola. Il risultato, sottolinea l'associazione, è che la spesa per frutta e verdura degli italiani raggiunge i 98,55 euro al mese per famiglia.

Con questo importo frutta e verdura sorpassano la spesa per la carne, diventando la prima voce del budget alimentare delle famiglie, con una rivoluzione epocale per le tavole nazionali che non era mai avvenuta in questo secolo. La domanda di cibi sani arriva anche dall’estero dove l'esportazione negli ultimi dodici mesei rocca quota 4,4 miliardi di chili di frutta e verdura fresca, con un aumento del 6 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Sul commercio di frutta e verdura, però, continuano a pesare molto gli sprechi, dovuti soprattutto alla deperibilità del prodotto, con una stima di quasi un frutto su quattro che finisce nel bidone della spazzatura nel percorso dal campo alla tavola.

ADNKRONOS

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it