Economia e Lavoro

Rottamazione cartelle Equitalia, via al countdown. C'è tempo fino al 31 marzo

Ultima chiamata per compilare il modulo utile a evitare di pagare interessi ed extra alla società di riscossione in via di chiusura. Ecco come fare per ottenere uno sconto o liberarsi totalmente dai debiti.



Rottamazione cartelle Equitalia, ultima chiamata. C'è tempo fino alla fine di marzo per richiedere la rottamazione delle cartelle esattoriali emesse dal 2000 al 2016. Entro il 31 marzo i contribuenti potranno inoltrare a Equitalia il modulo della domanda contenente l'elenco delle cartelle da rottamare. È possibile presentare il modello direttamente agli sportelli di Equitalia oppure inviarlo insieme a una copia del documento d’identità alla casella email Pec della direzione regionale di Equitalia servizi di riscossione di riferimento. Ma in cosa consiste la rottamazione delle cartelle Equitalia? E per quali cartelle è previsto uno sconto?

Com'è noto, Equitalia - società incaricata della riscossione dei tributi su tutto il territorio nazionale, a eccezione della Sicilia - andrà in pensione a partire dal primo luglio 2017. Le sue funzioni (così come i dipendenti) saranno assorbite dall'Agenzia delle Entrate-Riscossione, ente di proprietà dell'Agenzia delle Entrate. A essere sanate sono le cartelle che riguardano le imposte, tributi regionali e comunali compresi. "Chi intende aderire - sottolinea Equitalia - paga l’importo residuo delle somme inizialmente richieste senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora". Nel caso delle multe stradali, invece, "non si pagano gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge".

La rottamazione delle cartelle non riguarda invece: accise e dazi; Iva all'importazione; crediti derivanti da pronunce di condanna della Corte dei Conti; recupero di aiuti di Stato; multe, ammende e sanzioni previste a seguito di provvedimenti in caso di condanne penali. Dopo l'invio della richiesta di rottamazione, Equitalia "comunicherà al contribuente entro il 31 maggio 2017 l’ammontare complessivo delle somme dovute e gli invierà i bollettini di pagamento". Il 28 febbraio scorso è, invece, il termine entro il quale Equitalia era tenuta a inviare ai cittadini una lettera con posta ordinaria per i ruoli che le erano stati affidati entro il 31 dicembre 2016 e che a questa data non risultavano ancora notificati.

ADNKRONOS

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it