Economia e Lavoro

Turismo, Confesercenti a favore dei voucher: "Grave errore eliminarli"

La Confesercenti Sardegna si schiera contro l'annuncio arrivato da Roma di voler eliminare i voucher nel settore turistico.



"Dopo l'annuncio del Ministro Poletti di eliminare in pochi giorni i voucher per le aziende, confrontandosi esclusivamente con la Cgil, limitando di fatto il lavoro accessorio esclusivamente alle famiglie e per imprenditori o professionisti senza dipendenti, lascerà senza risposte tutte quelle prestazioni occasionali che anche in alcune tipologie di imprese, in particolar modo nel settore turistico, non possono essere inquadrate in rapporti di lavoro tradizionale".

Confesercenti Sardegna annuncia una dura lotta "contro ogni possibile pressapochismo dettato dalla fretta, in cui si applicherebbe una riforma dei voucher facendo tornare il mercato del lavoro italiano ad una incredibile situazione di stallo, se non di un ritorno al lavoro in nero, solo perché non si riesce o non si vuole dare una concreta forma all'utilizzo giusto e saggio dei voucher".

"Appiattirsi sulla propaganda Cgil (i voucher li usano anche i sindacati) sarebbe frustrante, disonorevole e da incapaci- afferma Carlo Amaduzzi presidente AssoHotel Confesercenti Sardegna – l'imprenditore non vuole essere costretto ad attuare nessun tipo di "marchingegno" o "nero" quando deve sostituire due addetti alle pulizie in malattia, o quando deve rinforzare per l'arrivo imprevisto di un pullman di vacanzieri per due giorni, o quando purtroppo una bufera di vento dissestata l'albergo chiuso, ribaltando vasi tende arredamenti. Possiamo veramente inviare un elenco preciso e puntualizzato per spiegare ai Sindacati e al Governo e tutti gli Italiani quante volte è indispensabile e necessario il voucher nel mondo del Turismo."

Per Confesercenti basterebbe dare una regolamentazione chiara e precisa che incentivi l'utilizzo dei voucher solo quando necessario. "Sarebbe sufficiente che il costo del voucher non sia svincolato dalla durata della prestazione ma rapportato al costo orario effettivo previsto dai contratti nazionali, anzi che magari costi anche un po' di più, proprio grazie al suo carattere di eccezionalità – afferma Gian Battista Piana, direttore Confesercenti Sardegna - ma annullarli del tutto per le aziende, in particolar modo per quelle turistiche dove l'eccezionalità si manifesta in maniera ancora più imprevista, è una cosa folle e alimenterebbe soltanto il lavoro nero togliendo ogni forma di tutela a chi lavora e a chi da lavoro".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it