Economia e Lavoro

Alitalia, prima fumata bianca. Si va verso l'accordo, ridotti i licenziamenti

La compagnia aerea passa il primo "esame" del Governo, adesso tocca ai lavoratori decidere attraverso un referendum. Dai quasi 1400 esuberi si passa a poco meno di mille. Molti settori, tuttavia, sono pronti ad essere esternalizzati.



Prima fumata bianca nella vertenza Alitalia: arriva dal ministero dello Sviluppo economico, dove azienda e sindacati e associazioni professionali di categoria hanno firmato, alla presenza del Governo, un "verbale di confronto": di fatto un pre-accordo che ora passerà all'esame dei lavoratori con una consultazione referendaria. A fronte di un esito positivo, verrà sottoscritto un "accordo coerente con tale verbale". Con la firma di questo verbale, Alitalia ritiene "rispetto a quanto deliberato dal cda, di avere sfruttato ogni flessibilità negoziale". I sindacati e le associazioni professionali, "preso atto della grave situazione aziendale e nella prospettiva di evitare il rischio di cessazione delle attività e le relative conseguenze, concordano che quanto contenuto nel verbale sia quello che è stato possibile raggiungere nel lungo negoziato".

Si riducono gli esuberi del personale a tempo indeterminato, che scendono dalle iniziali 1338 a 980 unità. A prevederlo è il verbale di confronto firmato, attraverso il ricorso a una serie di misure: il superamento dei progetti di esternalizzazione delle aree manutentive e di altre esternalizzazione; ricorso alla cigs entro maggio 2017 per due anni, attivazione di programmi di politiche attive del lavoro, con riqualificazione e formazione del personale , misure di incentivazione all'esodo,miglioramenti di produttività ed efficienza, con un rinvio in azienda per la definizione entro il prossimo mese.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it