Economia e Lavoro

Tasse, all'Agenzia delle Entrate i conti non tornano: in arrivo 2.500 lettere ai sardi 'smemorati'

L’Agenzia delle Entrate va di nuovo incontro agli “smemorati” della dichiarazione: in base ai dati in suo possesso, infatti, sarebbero 2.602 i residenti in Sardegna che nel 2014 non hanno dichiarato in tutto o in parte i redditi percepiti nel 2013 e che saranno avvisati di questa anomalia tramite una comunicazione recapitata via Pec o via posta ordinaria.



CAGLIARI - "Ben prima di un eventuale avviso di accertamento - fa sapere l'Agenzia -, anche stavolta ai contribuenti viene data la possibilità di giustificare la dimenticanza o presentare una dichiarazione integrativa, mettendosi in regola e beneficiando della riduzione delle sanzioni ridotte previste dal ravvedimento operoso". 

La geografia degli invii. In particolare, sono 1.169 le comunicazioni inviate in provincia di Cagliari. Sassari segue da vicino, con 902 lettere spedite, mentre in provincia di Nuoro e Oristano arriveranno, rispettivamente, 323 e 208 avvisi. Si tratta della quinta tornata di invii mirati alla “compliance”, ovvero all’adempimento spontaneo agli obblighi fiscali da parte dei contribuenti, nel segno di un rapporto franco tra cittadino e amministrazione, per evitare la contrapposizione che può seguire un avviso di accertamento e un eventuale contenzioso. A livello nazionale, questa tornata di invii interesserà quasi 100 mila cittadini.

Si parte dall’incrocio dei dati - Nel dettaglio, le comunicazioni in partenza in questi giorni sono indirizzate a contribuenti persone fisiche e riguardano presunte anomalie rilevate dall’incrocio dei dati in relazione a:

  • redditi dei fabbricati, derivanti dalla locazione di immobili, imponibili a tassazione ordinaria o soggetti a cedolare secca;
  • redditi di lavoro dipendente e assimilati, compresi gli assegni periodici corrisposti dal coniuge o ex coniuge;
  • redditi prodotti in forma associata derivanti dalla partecipazione in società di persone o in associazioni tra artisti e professionisti e redditi derivanti dalla partecipazione in società a responsabilità limitata in trasparenza;
  • redditi di capitale derivanti dalla partecipazione qualificata in società di capitali;
  • redditi derivanti da lavoro autonomo abituale e professionale;
  • alcuni tipi di redditi diversi e redditi derivanti da lavoro autonomo abituale e non professionale;
  • redditi d’impresa con riferimento alle rate annuali delle plusvalenze/sopravvenienze attive.

I cittadini che ricevono una di queste comunicazioni possono chiedere chiarimenti rivolgendosi a uno dei Centri di assistenza multicanale (Cam) dell’Agenzia, che rispondono ai numeri 848.800.444 da telefono fisso e 06.96668907 da cellulare (costo in base al piano tariffario applicato dal gestore), dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, selezionando l’opzione “servizi con operatore - comunicazione direzione centrale accertamento”. In alternativa, è possibile rivolgersi alla Direzione Provinciale di competenza o ancora a uno degli uffici territoriali della Direzione Provinciale dell’Agenzia delle Entrate. Infine, i contribuenti possono produrre l’eventuale documentazione utile presso gli uffici o trasmetterla tramite il canale telematico (CIVIS).

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it