Economia e Lavoro

4mila aziende agricole senz'acqua nel Sulcis. Lettera-sos al prefetto: "Pieno dramma"

Nell'Iglesiente, tra siccità e incendi, i campi somigliano a un "cimitero". Scorte idriche esaurite, lavoratori sul ciglio del baratro. Appello a Tiziana Csotantino: "Incontro urgente per trovare soluzioni".



IGLESIAS - Nell'Iglesiente 4mila aziende agricole sono rimaste praticamente senz'acqua a causa della siccità e degli incendi. Coldiretti Cagliari, per questo, ha scritto al prefetto del Sud Sardegna, Tiziana Giovanna Costantino, per chiedere di convocare un incontro "in cui trovare delle soluzioni ad una situazione drammatica". L'incendio dei giorni scorsi ha causato dei danni al sistema di pompaggio lasciando senz'acqua la cittadina di Iglesias e costringendola ad approvvigionarsi dal bacino Punta Gennarta. Il bacino si è quasi svuotato ed adesso le aziende agricole di Iglesias, Domusnovas e Villamassagia vengono servite per soli due giorni la settimana con il rischio di non averne più a brevissimo.

"Senza precipitazioni e con queste temperature oltre la norma, per le aziende agricole è impossibile resistere a lungo senz'acqua – dice il direttore di Coldiretti, Cagliari Luca Saba -  si rischia di perdere il raccolto e di compromettere anche la prossima annata. Abbiamo scritto al prefetto per chiederle di convocare immediatamente un incontro con le istituzioni del territorio ed allargato ad Enas e ai consiglieri regionali della zona – spiega il presidente di Coldiretti Cagliari, Efisio Perra – in cui trovare delle soluzioni come l'utilizzo dei pozzi minerari che tamponerebbe  nel contingente una situazione drammatica che peggiora di ora in ora".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it