Economia e Lavoro

Spese in crescita per cibo e bollette di acqua e luce. A Cagliari un luglio "salato"

L'indice dei prezzi dell'Istat non lascia dubbi: nel settimo mese del 2017 degli anni rialzo di quasi mezzo punto percentuale. Crescono i costi per nutrirsi e per i servizi essenziali, mini risparmio nella sanità.



CAGLIARI- A Cagliari, nel mese di luglio 2017, l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività, per la parte congiunturale, ha segnato una variazione del +0,4%, in aumento rispetto all’indice del mese precedente quando aveva registrato una variazione del +0,1%. L’indice tendenziale ha segnato una variazione del +1,0%, in aumento anche esso rispetto al +0,8% del mese di giugno.

PRODOTTI ALIMENTARI E BEVANDE ANALCOLICHE -La divisione in esame, questo mese, registra una variazione congiunturale del -0,2%, nel mese precedente si era avuta una variazione del -0,6%. L’indice tendenziale, che registra +0,5%, risulta essere in aumento anche esso rispetto al mese precedente, nel quale si era registrata una variazione del +0,4%. In aumento si segnala una sola variazione significativa nella classe “Pesci e prodotti ittici” +1,1%. In diminuzione si segnalano variazioni significative nelle classi “Frutta” -3,8% e “Vegetali” -1,5%. Bevande alcoliche e tabacchi L’indice della divisione, nel mese di luglio, registra una variazione congiunturale del +0,1%, in controtendenza rispetto al -0,1% che si era avuto nel mese precedente. L’indice tendenziale segna -0,1%, in aumento anche esso rispetto al -0,4% del mese di giugno. Tra le singole classi in aumento non si segnala alcuna variazione significativa. In diminuzione non si segnala alcuna variazione. Abbigliamento e calzature Per questa divisione, questo mese, l’indice non ha alcuna variazione congiunturale, in aumento rispetto al mese precedente, quando lo stesso indice aveva registrato una variazione del -0,2%. L’indice tendenziale registra una variazione del -0,6%, così come nel mese precedente. Tra le singole classi, in aumento come in diminuzione non si segnala alcuna variazione.

CASA, ACQUA, ELETTRICITÁ E COMBUSTIBILI - Nella divisione in oggetto, questo mese, si è avuta una variazione congiunturale del +0,7%, in controtendenza rispetto al mese di giugno, nel quale si era registrata una variazione del -0,1%. L’indice tendenziale che segna +4,9%, risulta essere in diminuzione rispetto al +5,2% del mese precedente. Nello specifico, in aumento si segnala una sola variazione significativa alla classe “Energia elettrica” +2,0%. In diminuzione non ci sono da segnalare variazioni significative. Mobili, articoli e servizi per la casa In questa divisione, nel mese corrente, si segnala una variazione congiunturale del -0,2%, nel mese precedente lo stesso indice aveva avuto una variazione del +0,1%. L’indice tendenziale che segna -1,2% risulta essere in diminuzione anche esso rispetto al valore del mese di giugno che era -1,1%. Tra le classi, in aumento non si segnalano variazioni significative. In diminuzione si segnalano variazioni significative nelle classi “Tappeti e altri rivestimenti per pavimenti” -11,2% e “Articoli tessili per la casa” -1,2%.

SERVIZI SANITARI E SPESE PER LA SALUTE - L’indice congiunturale della divisione questo mese non registra alcuna variazione, così come nel mese precedente. L’indice tendenziale registra una variazione del -0,7%, anche esso con lo stesso valore del mese di giugno. Tra le singole classi, in aumento non si segnalano variazioni significative. In diminuzione non si segnalano variazioni. Trasporti Il tasso congiunturale della divisione a luglio segna +0,7%, in aumento rispetto al +0,3% registrato nel mese precedente. Per l’indice tendenziale si ha una variazione del +3,0%, in diminuzione rispetto al valore del mese precedente quando lo stesso indice aveva segnato +3,6%. Nelle singole classi, in aumento si registrano variazioni significative su “Trasporto aereo passeggeri” e “Trasporto marittimo e per vie d’acqua interne” +12,5%. In diminuzione si segnala una sola variazione significativa nella classe “Carburanti e lubrificanti per mezzi di trasporto privati” -1,7%. Comunicazioni In questa divisione, nel mese di luglio, si registra una variazione congiunturale del -1,3%, in diminuzione rispetto al mese precedente, quando si era registrata una variazione del -0,4%. L’indice tendenziale registra una variazione del -1,9%, in diminuzione anche esso rispetto al -1,0% del mese di giugno. Tra le singole classi, in aumento non si segnalano variazioni significative. In diminuzione si segnala una sola variazione significativa nella classe “Servizi di telefonia e telefax” -1,6%. Ricreazione, spettacoli e cultura Il tasso congiunturale della divisione a luglio registra una variazione del +0,9%, in controtendenza rispetto al mese precedente quando lo stesso indice aveva segnato una variazione del -0,1%. L’indice tendenziale ha una variazione del +0,7%, così come nel mese precedente. In aumento ci sono da segnalare variazioni significative alle classi “Pacchetti vacanza” +9,5%; “Servizi ricreativi e sportivi” +5,0%; “Supporti di registrazione” +4,2% e “Giochi, giocattoli e hobby” +1,1%. In diminuzione non si segnala alcuna variazione significativa. Istruzione Questo mese, in questa divisione, non si registra alcuna variazione congiunturale, in diminuzione rispetto al mese precedente, quando lo stesso indice aveva subito una variazione del +0,3%. L’indice tendenziale è pari al +0,0%, così come nel mese precedente. Tra le singole classi, in aumento come in diminuzione non si registrano variazioni.

SERVIZI RICETTIVI E DI RISTORAZIONE - Il tasso congiunturale della divisione questo mese registra una variazione del +2,0%, in aumento rispetto al +1,8% che si era registrato nel mese precedente. L’indice tendenziale segna una variazione del +1,9%, in controtendenza rispetto al -0,4% registrato nel mese di giugno. Nello specifico, in aumento c’è da segnalare una sola variazione significativa alla classe “Servizi di alloggio” +11,6%. In diminuzione non ci sono state variazioni. Altri beni e servizi In questa divisione, questo mese, l’indice congiunturale ha una variazione del -0,3%, in diminuzione rispetto al mese precedente quando lo stesso indice non aveva avuto alcuna variazione. Anche l’indice tendenziale registra una variazione del -0,3%, in controtendenza rispetto al mese precedente quando lo stesso indice aveva avuto una variazione del +0,2%. Tra le singole classi, in aumento non si segnala alcuna variazione significativa. In diminuzione c’è da segnalare una sola variazione significativa alla classe “Gioielleria ed orologeria” -1,4%. P.S.: Rispetto al comunicato stampa provvisorio di giugno, all’atto della pubblicazione dei dati definitivi, sono variati gli indici del bilancio “Complessivo” da +0,9% a +0,8% il tendenziale e da +0,2% a +0,1% il congiunturale, e della divisione “Comunicazioni” da -0,9% a -1,0% il tendenziale e da -0,3% a -0,4% il congiunturale in conseguenza di rettifiche apportate dall’Istat sulla classe “Servizi si telefonia e telefax”.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it