Economia e Lavoro

"Qui c'è la Sardegna che vuole lottare". Pastori in corteo a Cagliari, fischi e tensione in via Roma

Raduno di allevatori, contadini e artigiani, va in scena la "grande rabbia" contro il silenzio della politica. Bandiere dell'Mps e della Sardegna tra le mani dei manifestanti. "Doppio incontro necessario con Giunta e Consiglio regionale".



CAGLIARI - Pastori in corteo nel capoluogo sardo: sono almeno 3mila i lavoratori arrivati da tutta l'Isola per la manifestazione organizzata dall'Mps. Tra loro molte categorie lavorative, insieme a studenti e sindaci. La "strada" è segnata: il punto di arrivo è il palazzo della Regione. Lì, fischi e urla, momenti di tensione, con i lavoratori che sfogano tutta la loro rabbia. Un gruppetto ha cercato di sfondare la "barriera di protezione" delle Forze dell'ordine, aiutandosi lanciando transenne e bottigliette di plastica. Per tutta risposta, qualche manganellata, poi l'intervento rappacificatore dei vertici del movimento. Previsto l'incontro tra una delegazione e il presidente del Consiglio regionale, Gianfranco Ganau, insieme al titolare dell'Agricoltura, Pier Luigi Caria. In forse la partecipazione all'incontro "ristretto" da parte del numero uno della Regione, Franceso Pigliaru.

Le richieste dei pastori sono poche ma fin troppo chiare e urgenti per il settore. "La Regione deve stanziare risorse pari a un quintale di mangime a capo e risarcire i danni causati dalla calamità naturale". Ancora: necessario "il blocco immediato delle cambiali agricole, l'interruzione dei procedimenti di Equitalia, l'azzeramento dei pagamenti Inps, la liquidazione di tutte le pratiche relative al Piano di sviluppo rurale (Psr), l'anticipazione entro ottobre del pagamento delle nuove pratiche relative al Psr e alla Politica agricola comunitaria (Pac), così come è capitato in altre Regioni italiane".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it