Economia e Lavoro

I pastori sardi sotterrano (momentaneamente) l'ascia di guerra. "La Regione trovi i soldi promessi"

Ci sono i 30-35 milioni previsti - ma tutti da trovare - dal presidente Francesco Pigliaru. Mps annuncia una tregua fino a fine agosto. "A settembre torniamo comunque in piazza".



CAGLIARI - "Invitiamo i comitati a continuare il lavoro di vigilanza, ma sospendendo momentaneamente la mobilitazione prevista per porti ed aeroporti". Così su Facebook il Movimento pastori sardi, che nei fatti annulla l'iniziativa annunciata due giorni fa, ovvero "una nuova, durissima battaglia" a causa delle "continue esternazioni di un partito trasversale costituito da soggetti che nel momento in cui si arriverà in Aula non faranno altro che cercare di invalidare quanto sinora è stato costruito".

Il 2 agosto scorso c'è l'impegno pubblico di Francesco Pigliaru: "Proviamo, per quanto difficile, a trovare 30-35 milioni". E i pastori restano in attesa. "Crediamo profondamente nel risultato ottenuto, vogliamo impedire qualsiasi interferenza con i lavori che la Giunta sta portando avanti per onorare le promesse fatte". Se poi "entro il 25 agosto non avremmo riscontro dei provvedimenti d'urgenza di cui si è parlato, non intendiamo concedere ulteriori tregue". In ogni caso, "resta comunque attiva la preparazione alla manifestazione prevista a Cagliari per la prima settimana di settembre. Non intendiamo abbassare la guardia e teniamo d'occhio l'obbiettivo". 

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it