Economia e Lavoro

Contributi regionali per la pesca. Al consorzio Confidi 830mila euro

Confidi Sardegna primo assegnatario dei contributi regionali per la pesca: “830mila euro per sostenere il settore della pesca”.



“Il consorzio Confidi Sardegna è in grado di sostenere e accompagnare i progetti delle aziende di qualunque settore”. E’ il commento del direttore generale di Confidi Sardegna Alessandro Tronci  pochi giorni dopo l'assegnazione di oltre il  40% (830mila euro) dei 2 milioni di  euro previsti dall'art. 4 della legge regionale 31 del 30 novembre 2016 relativa all'istituzione del fondo di garanzia per il comparto della pesca e dell'acquacoltura.

Infatti, su proposta dell'assessore regionale all'Agricoltura Pier Luigi Caria, la Giunta regionale ha deliberato la costituzione di un fondo di garanzia da 2 milioni di euro per favorire interventi funzionali per l'accesso al credito delle piccole e medie imprese che operano nel settore della pesca e dell’acquacoltura. Confidi Sardegna, sulla base del numero delle imprese associate operanti nel settore della pesca e dell’acquacoltura è risultato il primo assegnatario fra i Consorzio Fidi isolani richiedenti accesso al fondo di garanzia, aggiudicandosi 830mila euro per sostenere le imprese del settore.

“Questi contributi ci permetteranno di sostenere nuove operazioni di finanziamento dirette ai nuovi progetti di sviluppo del settore della pesca e dell'acqua coltura, ma non solo - ha precisato Alessandro Tronci - anche di supportare le imprese già socie e quelle che vorranno aderire al Confidi Sardegna negli investimenti utili alla loro crescita sul mercato sardo, su quello nazionale e anche nei processi di internazionalizzazione”. Confidi Sardegna è il consorzio di garanzia collettiva fidi nato nel 1974, oggi conta 2.400 aziende associate in tutto il territorio sardo.

Ultimo aggiornamento: