Economia e Lavoro

Nel weekend di Pasqua, la Guardia di Finanza individua 19 lavoratori in nero

Sono 19 i lavoratori in nero, impiegati nel settore della ristorazione, scoperti dalla guardia di finanza in questo weekend di festa. I titolari delle attività coinvolte rischiano una multa fino a 9mila euro per lavoratore e una segnalazione all’ispettorato territoriale del lavoro.



Le Fiamme Gialle del gruppo di Cagliari e della tenenza di Iglesias, nell’ambito dell’attività finalizzata al contrasto del lavoro nero ed irregolare, hanno effettuato numerosi controlli nei confronti di attività commerciali della provincia di Cagliari al termine dei quali sono stati riscontrate irregolarità per 19 lavoratori impiegati in nero.

In tre distinti interventi, avvenuti nelle ultime 24 ore, i controlli dei finanzieri hanno evidenziato che 19 soggetti prestavano la propria attività lavorativa senza alcuna regolare assunzione, circostanza che, oltre a costituire illecito amministrativo, non assicura ai lavoratori nessuna forma di tutela ed assistenza in caso, ad esempio, di infortunio.

Nei confronti dei titolari, operanti nell’agro dell’iglesiente, del basso campidano e del sarrabus, è’ stata contestata una violazione amministrativa per un importo fino a 9.000 € per ciascun lavoratore irregolarmente impiegato.

In due interventi, i finanzieri hanno altresi’ riscontrato che nessuno dei lavoratori identificati era regolarmente assunto: una percentuale del 100% di irregolarita’. in questo caso, è stata inviata segnalazione all’ispettorato territoriale del lavoro, per la prevista adozione del provvedimento di sospensione dell’attività a causa dell’impiego irregolare di personale in misura superiore al 20% del totale della forza lavoro.

Le posizioni dei titolari delle attività controllate sono state segnalate alla direzione territoriale del lavoro di Cagliari con la diffida a regolarizzare i lavoratori per il periodo di lavoro prestato in nero.


Il contrasto al lavoro “in nero” ed irregolare non punta solo al recupero delle imposte e dei contributi evasi dai datori di lavoro ed al contrasto di forme di concorrenza sleale che inquinano le corrette regole di mercato, ma mira anche a tutelare i lavoratori sia sotto il profilo delle condizioni lavorative – contrastando quindi tutte quelle forme di sfruttamento della manodopera - che sotto quello della sicurezza ed assistenza in caso di infortunio.

In quest’ottica, come precisa il ten. col. andrea aurora, capo ufficio operazioni del comando provinciale della guardia di finanza di Cagliari, in vista dell’approssimarsi della stagione a maggior affluenza turistica, e’ stato predisposto un ampio piano di intereventi a contrasto anche di questa forma di illegalità.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it