Economia e Lavoro

Agricoltura. Dopo le forti piogge, la peronospora mette in ginocchio i vigneti del Sulcis

Vendemmia a forte rischio, danni ingenti per i nubifragi e le grandinate con perdite consistenti dovute alla malattia delle piante.



Sopralluogo della commissione agricoltura tra i filari del sulcis iglesiente. Vigneti annacquati e rovinati dalla peronospora. Sarà una stagione da dimenticare per il comparto vitivinicolo del Sulcis Iglesiente. La prima stima dei danni è arrivata dai sopralluoghi con il capogruppo Udc in Consiglio Regionale Rubiu, che ha perlustrato i filari che si ritagliano tra Villaperuccio, Santadi, Giba, Masainas e Villamassargia. Il maltempo, con acquazzoni e temporali fuori stagione, non ha risparmiato nessun centro della provincia: <<Il clima avverso delle ultime settimane, con nubifragi pomeridiani seguiti dal sole rovente, ha favorito l’insorgere della malattia della vite, bruciando i grappoli. L’ultima botta è stata la grandinata di giovedì scorso che ha distrutto completamente alcuni impianti viticoli – spiega il rappresentante dei moderati, che sul tema ha presentato un’interrogazione urgente – I danni potrebbero superare l’80 per cento, con perdite consistenti per il comparto agricolo del territorio>>. Il regno del Carignano – che può contare su diverse cantine sociali sparse nel distretto e centinaia di dipendenti – è in ginocchio. Da qui l’appello di Rubiu: <<Occorre – dice – la convocazione urgente della Quinta Commissione (agricoltura e attività produttive) per una verifica dei danni nelle aziende del Sulcis Iglesiente. Questo evento eccezionale dovrebbe portare la Regione ad attivare le procedure per lo stato di calamità naturale>>. Non solo danni alle vigne. Piange anche l’orticoltura, con interi poderi coltivati con verdure ormai compromessi. Stagione nera anche per i carciofi. Perdite consistenti anche per gli oliveti: <<Un disastro. Le continue piogge hanno decretato la perdita del raccolto per la prossima annata>>. Il bilancio drammatico di un agosto anomalo dal punto di vista climatico non si ferma: <<Si registrano – conclude Rubiu, preannunciando un’interrogazione urgente all’assessore dei lavori pubblici - enormi danni alle strade rurali (comunali e private). Auspichiamo che Regione e provincia trovino le risorse per la protezione idraulica seria dei nostri territori, per la realizzazione di canali per lo smaltimento delle acque, la manutenzione e pulizia dei corsi d’acqua. E’ poi come urgente intervenire nelle cunette di tutte le strade per favorire il deflusso nel caso di eventi temporaleschi>>.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it