Economia e Lavoro

Forestas: confermato l'inquadramento dei lavoratori

L'assessore Spanu scettico, "si continua a lavorare per eliminare le criticità".



"Continuiamo a essere convinti che la legge sull'inquadramento del personale di Forestas dovesse essere migliorata perché la formulazione definitiva presenta, a nostro parere, diverse significative criticità. Lo ha detto l'assessore degli Affari Generali Filippo Spanu a seguito dell'approvazione della legge sull'inquadramento contrattuale dei lavoratori dell'agenzia Forestas.


L'obiettivo era quello di dare maggiore certezza ai dipendenti all'interno del contratto pubblico con la copertura normativa della legge 31 e affrontare la questione dei precari per ridurre al massimo le incertezze legate alla posizione dei lavoratori a tempo determinato. “Pensiamo che dovesse essere individuato un contratto pubblico regionale specifico, di comparto idraulico-agrario-forestale, un contratto che poteva essere attuato in pochi mesi di trattativa sindacale in maniera coerente ed adeguata alle esigenze del personale".
“Si tratta di una legge di grande impatto sull'amministrazione perché modifica la posizione contrattuale della metà dei dipendenti pubblici di amministrazione, enti e agenzie regionali. Noi abbiamo cercato, con uno spirito di leale collaborazione, non condizionato da logiche di schieramento, di favorire la presentazione di emendamenti per fare definitiva chiarezza sull'inquadramento dei lavoratori dell'agenzia. Abbiamo insistito su questo punto: inserire i dipendenti di Forestas all'interno di un contratto amministrativo genera incertezze e problematiche. Probabilmente in tempi brevi non sarà possibile dare concreta attuazione al nuovo sistema, che per altro lascia aperti rischi di oneri finanziari superiori anche agli oltre 9 milioni già previsti nella legge. Era necessario delimitare meglio gli ambiti contrattuali distinti (tra amministrativi ed operai) sempre all'interno della Legge 31. Con maggiore chiarezza su questo aspetto, la contrattazione avrebbe avuto la possibilità di dispiegarsi immediatamente a partire dall'individuazione dei soggetti rappresentativi. Alla fine di questa parte del percorso - aggiunge l'assessore Spanu - siamo convinti di aver condotto una buona battaglia e continuiamo a essere convinti della bontà di tutte le azioni sino a oggi intraprese sia con l'approvazione della legge forestale che con le soluzioni politiche e organizzative finalizzate alla valorizzazione del ruolo dei lavoratori di Forestas che, è bene specificarlo, già prima erano dipendenti pubblici e tutelati dall'impianto normativo della legge regionale 31 del 1998 nelle sue parti più rilevanti".

Ultimo aggiornamento: