Economia e Lavoro

Patto per Ottana, corretto il Bando: ora aperto anche al commercio

Il bando era stato pubblicato nei giorni scorsi ma per errore non era stato inserito il settore commercio.



Anche il settore del commercio rientra nel bando da 4 milioni di euro dedicato alle piccole e medie imprese, sia nuove che già esistenti, dei 25 Comuni dell'area vasta di Ottana, pubblicato lo scorso 18 gennaio. Un mero errore materiale nella stesura del testo ne aveva provocato l'esclusione, ma gli uffici competenti hanno provveduto a integrare il bando.

"Non abbiamo mai pensato di escludere il commercio dal bando, anzi in ognuno dei tanti incontri fatti sul territorio prima della pubblicazione abbiamo sempre detto che tutti i settori sarebbero stati coinvolti", dice l'assessore della Programmazione Raffaele Paci, a capo della task force regionale Unità per Ottana. "Questo si può facilmente evincere anche dal verbale finale sottoscritto da me e da tutti i rappresentanti del gruppo di lavoro territoriale coordinato dalla Provincia di Nuoro. Venerdì il bando è stato pubblicato in tarda mattinata e quando ci si è accorti dell'errore si è subito provveduto a correggere”.

Il bando è una delle tre misure del piano straordinario per Ottana da 16,4 milioni messo in campo dalla Regione per aiutare la rinascita di uno dei territori della Sardegna che più ha subito le conseguenze della crisi economica a causa soprattutto della deindustrializzazione degli ultimi anni. Organizzato con la formula a sportello, al bando potranno partecipare le nuove imprese e le imprese già esistenti, per aumentare la propria competitività, con un investimento minimo di 15mila e massimo di 500mila euro. I 25 Comuni interessati al bando, individuati dalla Unità per Ottana  e dal gruppo di lavoro territoriale coordinato dalla Provincia di Nuoro sono: Austis, Birori, Bolotana, Borore, Bortigali, Dualchi, Gavoi, Lei, Lodine, Macomer, Mamoiada, Noragugume, Ollollai, Olzai, Oniferi, Orani, Orotelli, Ottana, Ovodda, Sarule, Sedilo, Silanus, Sindia, Teti, Tiana. Il Click day è già fissato per il 15 marzo ma, per snellire tutta la fase preliminare e procedurale, le domande con la relativa documentazione potranno essere caricate a partire dal 16 febbraio. La procedura sarà valutativa a sportello, secondo l'ordine di presentazione delle domande.

l bando è una delle tre azioni del Piano da 16,4 milioni: le prime due coinvolgono l'intera area vasta e prevedono Politiche attive per i lavoratori e, appunto, bandi mirati per le piccole e medie imprese del territorio. La terza azione riguarda le Infrastrutture e l'attrazione di grandi investimenti nell'area del consorzio industriale (Ottana, Bolotana, Noragugume): i primi 20 disoccupati, che si occuperanno di riqualificare la zona del Consorzio provinciale industriale, sono stati assunti. "Ottana per noi è una priorità, l'abbiamo detto e lo stiamo dimostrando con i fatti", sottolinea Paci. "Grazie a questo bando le imprese del territorio di tutti i settori hanno una grande occasione di rilancio, per crescere e creare nuova ricchezza e occupazione. Con l'impegno di tutti la crisi può essere superata e questo territorio può rinascere più forte di prima".
 
Da martedì 22 gennaio, prenderà il via la fase di assistenza ai potenziali beneficiari del Bando Territoriale Ottana attraverso l'attivazione degli sportelli informativi.

Ultimo aggiornamento: