Economia e Lavoro

Cagliari. Nuovi veicoli e free floating per il Car Sharing in città

Rinnovata anche l'app che racchiuder tutta la mobilità condivisa in città.



Si allarga con i numeri e con la modalità di utilizzo il Car Sharing in città che dal 21 febbraio, potrà contare su trenta nuovi veicoli disponibili in modalità a flusso libero.
Ci sarà una prima fase di sperimentazione per il "free floating" ovvero la possibilità di prendere le vetture del Car Sharing gestito dalla società Playcar in un punto e rilasciarle in una qualsiasi altra zona dell'area individuata, esclusivamente nei parcheggi regolari bianchi o blu.

I trenta nuovi veicoli, che si aggiungono ai cinquantadue già disponibili nelle stazione nella modalità "round trip", ovvero "andata e ritorno", potranno essere prenotati in tempo reale in un'area definita (di colore verde nella mappa allegata)
che verrà estesa dopo la prima fase di sperimentazione con l'ampliamento della flotta. Già da ora, comunque, è prevista la possibilità di rilasciare le auto in altre zone (di colore giallo nella mappa), con un costo aggiuntivo.

A differenziare i nuovi veicoli, che rispettano l'ultima normativa ambientale, sarà una livrea particolare che sarà utile per distinguerli da quelli "round trip".

Disponibile da subito la versione multilingue della nuova App Playcar negli store di Play Google per Android e App Store per iOS, che consente di visualizzare l'intera flotta e di distinguere nella mappa le vetture grazie a icono di colori differenti a seconda della tipologia di servizio.

La principale novità della App è che consentirà di accedere a tutta la sharing mobility urbana. Infatti, oltre alle varie possibilità di utilizzo del Car Sharing (round trip o su stazioni e free floating), sarà possibile usufruire di altri mezzi quali autoveicoli di diverse categorie dimensionali, veicoli elettrici, veicoli commerciali e, a breve, anche delle biciclette del Bike Sharing CABUBI, di scooter elettrici e monopattini elettrici.

Importanti le prospettive dello sviluppo di questo servizio che, potenziando la mobilità condivisa, favorirà anche l'integrazione intermodale. Si potrà, infatti, scegliere di prenotare il proprio veicolo per i viaggi di andata e ritorno e usufruire del parcheggio riservato, integrando i veicoli free floating negli spostamenti di sola andata nel caso in cui non siano disponibili autobus e bici.

Nei prossimi mesi, contemporaneamente alla sperimentazione del free floating, ci sarà anche un ulteriore potenziamento del servizio già attivo con l'introduzione di ulteriori settantadue nuovi veicoli in altre stazioni dislocate in tutti i quartieri della città, per un totale di centocinquantasei veicoli disponibili in servizio.

Ultimo aggiornamento: