Home Page

Donne centrate: fino al 3 giugno il Family Festival dei Lucidosottile a Cagliari

Le Cinestesie di Maurizio Temporin e "Beatrix", una performance di Xena Zupanic dedicata a Carmelo Bene, aprono sabato 26 maggio a Cagliari la quarta edizione del Family Festival



Il festival è organizzato dalla compagnia Lucidosottile che fino prossimo 3 giugno proporrà incontri, presentazioni di libri e alcune tra le più interessanti nuove produzioni teatrali italiane dedicate al tema "Donne centrate".
 
Alle 18, al terzo piano dell'Exart di piazzetta Dettori, si inaugura la mostra "Cinestesie" di Maurizio Temporin. Curata da Francesca Martire in collaborazione con la Fondazione Maimeri, Spazio Temporin e Lucidosottile, e recentemente allestita nel prestigioso spazio Mondadori di piazza Duomo a Milano, la mostra propone vere locandine di film immaginari, in una operazione artistica che unisce le due vocazioni principali dell'autore: l'amore per il cinema con quello per il mondo fantastico. E il risultato è sorprendente. Insieme all'autore, all'inaugurazione interverranno il docente di Storia del cinema e critico Antioco Floris e l'artista Crisa (che proprio all'Exart ha il suo atelier).
 
Scrittore, sceneggiatore e regista, con le Cinestesie Temporin fonde le due parti della sua creatività in un unico fotogramma mentale. Le opere, che appaiono come vecchi manifesti cinematografici sgualciti dalle intemperie, sono infatti locandine superstiti, pezzi unici di un museo del cinema nell'altrove assoluto. "Shining" diretto e interpretato da Woody Allen, "Jurassic park", con la firma di Fellini, "Batman" interpretato da Vittorio Gassman: questo è quello che raccontano le Cinestesie, scambi di ruolo tra i narratori della macchina da presa, ma soprattutto sono uno scorcio onirico su quel possibile che non è mai stato, uno specchio dell'immaginazione di ciascuno, in cui le storie a noi note vengono riscritte e raccontate in modo esclusivo a chi osserva.
 
La serata di sabato proseguirà alle 22.00 sempre all'Exart con un appuntamento straordinario: la performance "Beatrix" di e con Xena Zupanic. L'ingresso è gratuito.

Ultimo aggiornamento: