Politica

Cagliari, Regione e Università contro la tassa sulle borse di studio ai medici

A Cagliari monta la protesta contro il disegno di legge del Governo che vorrebbe tassare le borse di studio dei medici specializzandi e dottorandi. Dalla parte degli studenti si sono schierati anche il presidente della Regione, Ugo Cappellacci, ed il rettore dell'Università di Cagliari, Giovanni Melis.

CAGLIARI - "La stangata sugli specializzandi appare un provvedimento fortemente iniquo e ingiusto". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci nella giornata dell'assemblea a Cagliari, davanti all'ospedale San Giovanni di Dio, organizzata dall'Ordine dei Medici della provincia per protestare contro la tassazione delle borse di studio per i medici in formazione spacilistica o dottorandi. "La norma prevista del disegno di legge del Governo", ha aggiunto il presidente della Regione, "andrebbe a colpire chi, dopo un lungo corso di studi, sta costruendo attraverso un percorso di specializzazione il suo ingresso nel mondo del lavoro e ha necessità di risorse per avviare la propria vita professionale. Questo determinerebbe il rischio di un ulteriore ritardo per l'ingresso effettivo di forze fresche in un settore strategico per la nostra società e perpetuerebbe in maniera patologica e negativa per la collettività rendite di posizione consolidate nel tempo". In disaccordo rispetto alla linea del Governo si schiera anche il rettore dell'ateneo cagliaritano, Giovanni Melis, che questa mattina ha incontrato una delegazione dei borsisti: “Pur capendo la grande difficoltà attraversata dalla finanza pubblica – ha detto il rettore – insistere sulla tassazione e penalizzare le risorse per la ricerca e la formazione dei giovani non costituisce la politica migliore per favorire la crescita del Paese e in particolare il diritto allo studio dei giovani”.
Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it