Politica

L'allarme degli editori sardi: "Mostra del libro a rischio, e dalla Regione niente fondi"

L’Associazione editori sardi chiede alla Regione lo sblocco immediato dei fondi destinati all’editoria. In forse l'appuntamento con la Mostra regionale del libro che si svolge ogni autunno a Macomer, a rischio la partecipazione alla Fiera “Più libri più liberi” di Roma.



CAGLIARI - Il Consiglio Direttivo dell’associazione editori sardi denuncia una situazione di oggettivo disagio in cui versa il comparto dell’editoria isolana, "a causa dell’estenuante e assurda attesa di risposte sulla Mostra del libro in Sardegna, sull’assenza di risorse per l’editoria libraria nel bilancio regionale 2015 e sull’iter lento e farraginoso del percorso di attualizzazione delle legge regionale 22 del 1998".

Mostra del libro. Un accordo tra editori e l'assessore alla Cultura, Claudia Firino, aveva previsto che la mostra da Macomer diventasse itinerante. "Purtroppo, nonostante sia emersa in questi ultimi mesi, e in occasione di confronti diretti, la fattiva volontà politica a dar luogo ad una inedita mostra del libro articolata territorialmente in quattro sedi distinte, non esiste alcun atto formale a supporto né, tantomeno, l’Aes ha avuto contatti con alcuna fra le quattro città indicate, Macomer inclusa" denuncia in un comunicato l'associazione degli editori.

Gli editori chiedono di sbloccare l’impiego dei fondi residui destinati alla promozione dell’editoria sarda per la partecipazione alla fiera 'Più libri più liberi di Roma'.

La replica. "La Mostra del libro di Macomer si svolgerà anche quest'anno, non esiste nessun pericolo che accada il contrario". A dirlo è l'assessore della Cultura Claudia Firino. "La riprova della grande valenza che ha l'appuntamento per l'amministrazione è riscontrabile anche nel lavoro di approfondimento che è stato fatto per garantire l'introduzione, nella manifestazione di quest'anno, di una serie di elementi di innovazione, condivisi dalle associazioni coinvolte". L'esponente della giunta Pigliaru ha ricordato d'aver più volte incontrato i rappresentanti dell'Associazione editori sardi, e ha ribadito di essere aperta a un confronto in qualsiasi momento. "Il ritardo nella comunicazione è dovuto proprio agli elementi di novità che desideriamo introdurre - ha concluso Firino – che credo siano normali e accettabili laddove si lavori per migliorare una importante manifestazione editoriale".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it