Politica

Protesta dei migranti a Cagliari. Salvini: "Prenderli di peso e rispedirli a casa loro"

Il segretario federale della Lega Nord non utilizza mezzi termini: "Sono clandestini e rifiutano l'identificazione. Ne ho le palle piene di questi immigrati". Sulle barricate anche Noi Con Salvini-Sardegna.



CAGLIARI - L'eco dell'ennesima protesta dei migranti varca il mare Tirreno, e arriva fino a Bruxelles. Da lì, l'europarlamentare e segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, va giù duro. "Ne ho le palle piene di questi immigrati, se vogliono andare via accontentiamoli. Bisogna prenderli di peso e rispedirli a casa loro". Interviene anche il gruppo sardo di Noi Con Salvini. "Cagliari è ostaggio dei clandestini. L'ennesima protesta per le vie ci mette davanti a un problema di ordine pubblico che non può più essere sottovalutato. La città è ostaggio degli immigrati, e questo ci fa preoccupare, perché è chiaro che la situazione non sia assolutamente sotto controllo", afferma il coordinatore regionale, Daniele Caruso. "Il prefetto deve mettere mano al problema di ordine pubblico e sicurezza dei cittadini generato dalla circolazione di clandestini, alcuni dei quali malati di scabbia, che agiscono al di sopra delle regole che si impone di rispettare ai cittadini, e di intimare all'Amministrazione comunale la massima collaborazione nel riportare sotto controllo la situazione di disagio".
 
"Cagliari è alla mercè degli immigrati, sono sedicenti profughi. L'inerzia delle istituzioni lascia presagire il triste ripetersi di situazioni poco trasparenti, come quella che si è verificata nell'agosto 2015 quando un centinaio di migranti che, allora come oggi, rifiutavano di farsi identificare, ottennero di essere imbarcati in tutta fretta, su due traghetti della Tirrenia, uno in partenza da Cagliari e l'altro da Porto Torres. Questo sarebbe il biglietto da visita della cosiddetta Cagliari città turistica?", così nella nota firmata dal coordinatore cittadino Guido De Martini. Sugli scudi anche Fratelli d'Italia. "Ancora una volta dobbiamo denunciare che il modello d'accoglienza del governi di centrosinistra, del duo Renzi-Alfano, si sta dimostrando disumano e fallimentare. Se decine di immigrati bloccano nuovamente una delle strade principali di Cagliari, causando notevoli disagi ai cagliaritani e non solo, è la dimostrazione che quello che diciamo da tempo, ossia che la Sardegna non è terra per i profughi e gli immigrati, è giusto", osserva il portavoce regionale, Salvatore Deidda.

70 clandestini stanno bloccando le strade di Cagliari.Rifiutano di farsi identificare e vogliono andarsene dalla...

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it