Politica

Cagliari, il Comune mette in vendita palazzo Accardo dopo il no dell'Aula. Critiche bipartisan a Zedda

L'immobile di pregio tra il largo Carlo Felice e via Crispi inserito in una delibera-variante al bilancio. Ma l'idea ha già ricevuto la bocciatura del Consiglio. L'ira di molti consiglieri.



CAGLIARI - Rimesso nel cassetto a settembre 2015, tolto all'improvviso lo scorso 29 aprile, con tanto di delibera di Giunta ad hoc. Il titolo "Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari" come allegato al "bilancio di previsione 2016-2017-2018" rimette palazzo Accardo sul piatto delle offerte. Ovvero, lo storico stabile cittadino rischia di passare in mano privata. Ma durante l'ultimo anno di consiliatura Zedda, la proposta ha già ricevuto i pulsanti rossi di maggioranza e opposizione. Adesso la storia sembra ripetersi: mercoledì prossimo c'è una seduta di bilancio, e più di un consigliere è già sulle barricate per stracciare una proposta che, nei fatti, salta a piè pari la volonta del Consiglio.

In prima fila c'è Pierluigi Mannino (consigliere uscente e candidato nella lista Massidda Sindaco) che tira fuori le carte del pasticcio: "Palazzo Accardo non si deve vendere, Zedda ci ha già provato in passato disattendendo le dichiarazioni programmatiche, adesso un nuovo vergognoso tentativo nonostante il no del Consiglio. L'attuale maggioranza non mantiene fede agli impegni", tuona Mannino. Che riceve la sponda di colleghi di Aula, versante maggioranza. Come Marco Murgia (Pd ma ricandidato a sostegno di Massimo Zedda con i RossoMori): "Sono sempre stato contrario alla vendita di palazzo Accardo, tanto ieri quanto oggi. Continuerò ad oppormi". E Giovanni Dore (Sardegna Pulita, ha scelto di non ricandidarsi) sceglie di rinfrescare la memoria proprio con la notizia, dello scorso settembre, dove dai banchi dell'Aula i consiglieri erano riusciti ad annullare la delibera della Giunta. Che, a sette mesi di distanza esatti, ci riprova. Scatenando un fuoco politico incrociato.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it