Politica

Guerra ai conguagli di Abbanoa. "Truffa da 106 milioni, mani nelle tasche dei sardi senza nessun titolo"

Non si ferma l'azione contro le bollette spedite dal gestore unico del servizio idrico nell'Isola. Migliaia le firme raccolte nella petizione di Unidos. "Caso vergognoso di mala gestione".



QUARTU SANT'ELENA (CA) - Non si placano le polemiche e le azioni portate avanti contro i conguagli inviati da Abbanoa. L'unica realtà che gestisce l'acqua in tutta la Sardegna ha già inviato nelle buche delle lettere di tanti sardi le buste con le richieste di pagamento. E, in automatico, sono iniziate proteste e raccolte di firme. Portate avanti dal movimento Unidos, capeggiato dal parlamentare sardo Mauro Pili. Sulla piattaforma Change.org si contano già oltre 13mila adesioni, il titolo è corto ma chiaro: "Stop conguagli Abbanoa". Nei prossimi giorni, inoltre, previsto "l'avvio di una class action e dei ricorsi al giudice di pace".

"Sono illuminanti le norme e le sentenze, che ci portano ad agire in questa direzione, sui conguagli dal 2005 al 2011 inviati ai sardi", spiega Mauro Pili, nel corso di un'affollatissima assemblea pubblica a Quartu Sant'Elena. "Abbanoa sta mettendo le mani nelle tasche dei ciattadini senza nessun titolo, per cercare di recuperare ben 106 milioni di euro, frutto della mala gestione di ieri e di oggi dei partiti. È un furto regionale a danno dei sardi", conclude Pili. Nella terza città della Sardegna per numero di abitanti, il leader del Polo Civico e consigliere comunale di Unidos, Tonio Pani, porta avanti in parallelo la battaglia: "Stiamo dalla parte del cittadino che si ritrova un conguaglio assolutamente illegittimo. Abbanoa e politici regionali manifestano un assordante silenzio. Forniamo supporto tecnico a chi firma il modulo per il ricordo, fornendo il file del ricorso stesso preparato dagli avvocati, aspettiamo fiduciosi l'esito del giudice di pace". In Consiglio comunale è stata prodotta una mozione (firmata dalla capogruppo Unidos, Romina Angius) per impegnare "il sindaco a portare all'Anci la voce dei cittadini, vittime di un autentico furto. L'auspicio è una condivisione bipartisan". 

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it