Politica

"Prezzi dei traghetti mostruosi, 1200 euro per arrivare in Sardegna". Il caso in Parlamento

Interrogazione parlamentare dei senatori sardi del Pd sul costo dei traghetti da e per la Sardegna: "Una famiglia media arriva a spendere fino a 1200 euro, inaccettabile".



CAGLIARI -  "Lo stato aumenta il sostegno al trasporto marittimo, aumenta la concorrenza tra compagnie, l'inflazione è pari a zero, i prezzi di tutti prodotti rimangono stagnanti eppure il costo dei collegamenti marittimi da e per la Sardegna resta altissimo e nella maggioranza dei casi aumenta anche quest'anno. È un fatto insostenibile per il quale chiediamo l'intervento urgente del Governo".

È quanto affermano i senatori del PD Marco Filippi, capogruppo in commissione Trasporti, e Silvio Lai, che intervengono in merito al prezzo dei biglietti per le tratte sarde verso i porti di Genova, Livorno e Civitavecchia.

"Avevamo sperato in una inversione di tendenza decisa, a tutto vantaggio non solo dei residenti ma anche di chi vuole venire nell'isola per una vacanza. I nostri auspici sono stati ampiamente delusi. Vedere che un biglietto andata e ritorno per una famiglia media arrivi a costare 1200 euro significa che una notte in nave per la stessa famiglia costa quanto una crociera di una settimana nel mediterraneo, come rilevano inchieste giornalistiche pubblicate in questi giorni. È inaccettabile."

"Questo significa – afferma Silvio Lai - rendere la Sardegna sempre più elitaria dal punto di vista turistico. Non è possibile che uno dei settori trainanti della nostra economia sia ostaggio degli utili delle compagnie marittime. Con la preoccupazione crescente che anche dove la concorrenza dovrebbe portare ad una competizione sui prezzi, alla fine si arriva ad una situazione di "cartello" tra le compagnie. Tanto più se si pensa che come detto in premessa ci troviamo in regime di aiuti statali verso una compagnia e tra l'altro di recente il parlamento ha approvato, con voto contrario anche di parte della maggioranza, una norma che prevede un ulteriore sostegno al trasporto marittimo interno. Mentre nel trasporto aereo si fa uno sforzo per fare in modo che i biglietti aerei in continuità siano uguali per tutti i cittadini italiani e non solo per i residenti, dall'altra parte non si riesce a mettere un limite massimo al costo dei biglietti per le tratte marittime da e per la Sardegna".

"Bisogna agire sulla convenzione che regola la continuità marittima – concludono nell'interrogazione firmata anche dai senatori Giuseppe Cucca e Ignazio Angioni.. Questo è quello che chiediamo al Ministro dei Trasporti, auspicando un suo intervento che possa consentire ai sardi e a chi vuole raggiungere la Sardegna di poterlo fare a prezzi competitivi con altre mete turistiche."

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it