Politica

La nuova Sassari-Olbia vede la luce. Nella strada delle croci ora prioritÓ alla sicurezza

Passo decisivo per la realizzazione della nuova Sassari-Olbia, destinata a diventare la principale arteria stradale del nord Sardegna. Pigliaru rassicura: "Fino ad oggi troppi incidenti e morti, ora sicurezza al primo posto".



CAGLIARI - Oggi il presidente della Regione Francesco Pigliaru e l'assessore dei Lavori Pubblici Paolo Maninchedda con il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio e il presidente Anas Gianni Vittorio Armani hanno inaugurato l'apertura al traffico dei primi quattro lotti di quella che viene considerata la prima vera "autostrada" della Sardegna. 

Si tratta dei lotti 0, 1, 7 e 8, per un totale di 23 chilometri di nuova strada a quattro corsie, che a fine luglio diventeranno 27, e 312 milioni di investimento a fronte di un importo complessivo di 900 milioni circa. Il nuovo collegamento tra Sassari e Olbia, circa 80 km, è un adeguamento a 4 corsie della rete esistente costituita dalle strade statali 199 e 597. Servirà un bacino potenziale di 200 mila utenti mettendo in comunicazione le 4 principali città del nord Sardegna (Sassari, Porto Torres, Tempio e Olbia), 2 aeroporti (Alghero e Olbia), 2 porti (Olbia e Porto Torres), e connetterà 3 arterie fondamentali della viabilità regionale (le strade statali 131 "Carlo Felice", 131 Dcn, 125 "Orientale Sarda").

Una volta conclusa, la strada abbatterà i tempi di percorrenza fra Sassari e Olbia di 35 minuti con l'aumento del limite di velocità fino a 110km all'ora e potrà far transitare fino a 23.000 veicoli in più al giorno.

Sicurezza al primo posto. "La Sassari-Olbia è un'opera che viene da lontano e che è segnata da tanti eventi tragici per tutte le persone che su quella strada sono scomparse: oltre 80 morti a causa di incidenti dal '95 a oggi, un numero impressionante che ha portato alla gestione commissariale della prima parte dei lavori", ha detto il presidente della Regione Francesco Pigliaru. "Per la Regione la tutela della sicurezza e dell'incolumità dei cittadini sardi è una priorità assoluta, e questo principio ha guidato l'Amministrazione regionale, indipendentemente dal colore delle giunte, in tutti questi anni di lavori. Oggi inauguriamo un'opera imponente, che vale un miliardo di euro e che la Regione e l'Anas stanno riuscendo a realizzare senza alcun aggravio di costi". 

A parte il lotto 9 alle porte di Olbia che sarà inaugurato a breve, entro l'anno saranno aperti i cantieri o comunque definitivamente concluse le procedure preliminari in tutti gli altri lotti. L'ultimo sarà concluso e consegnato entro tre anni.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it