Politica

Cagliari, via libera a due ecocentri a Sant'Elia e via San Paolo

Il Consiglio comunale ha dato il via libera a due modifiche al piano urbanistico per realizzare due ecocentri: sorgeranno a Sant'Elia e in via San Paolo.



CAGLIARI - La decisione è stata presa durante la seduta di ieri: a maggioranza, 21 voti a favore 10 contrari e 1 astenuto, il Consiglio comunale ha detto si, in via definitiva, alle varianti urbanistiche necessarie per la realizzazione dei nuovi ecocentri in via San Paolo e in viale Sant'Elia.

“Per ciò che riguarda la deliberazione sulla variante urbanistica per l'ecocentro di via San Paolo”, ha ricordato l'assessora all'Urbanistica Francesca Ghirra, “chiude un iter iniziato l'8 settembre 2015, quanto l'Aula ha dato via libera al progetto preliminare e alla variante per trasformare una zona GS in S2, cioè in area per attrezzature di interesse comune”. Stesso procedimento anche per la variante di viale Sant'Elia, ma “per nessuna delle due”, ha sottolineato Ghirra, “sono pervenute osservazioni”, sia da cittadini, che da altre istituzioni.

La Provincia di Cagliari, ha inoltre stabilito di non sottoporre a Valutazione Ambientale Strategica (Vas) le modifiche al Piano Urbanistico Comunale. “La variante permette la realizzazione di aree attrezzate al servizio del cittadino finalizzate alla razionalizzazione ed al miglioramento del sistema di raccolta e gestione dei rifiuti urbani”, si legge infatti in un passaggio della relazione degli uffici provinciali, “la realizzazione degli ecocentri comunali permetterà la massimizzazione dei flussi di rifiuto recuperabile e la riduzione dei quantitativi di rifiuto indifferenziato da inviare a smaltimento. 

Per Stefano Schirru (Forza Italia), le deliberazioni hanno rilevanza “strategica” perché conivolgono due aree “importanti” di Cagliari a cui sarà “precluso ogni possibilità di sviluppo”. E rivolgendosi al presidente della Commissione Urbanistica e alla maggionza, ha infine rivolto l'invito a “fare un passo indietro e temporeggiare per aver modo di confrontarsi con le altre città d'Italia che sono all'avanguardia sulla gestione dei rifiuti”.

La decisione sul posizionamento dell'ecocentro a Sant'Elia nei giorni scorsi ha destato perplessità. Enrico Lobina, candidato sindaco alle ultime elezioni comunali con Cagliari Città Capitale, è contrario: "Piuttosto che fare ecocentri, assolutamente visibili in una zona a fortissima vocazione turistica, il Comune pensi a terminare la passeggiata sul lungomare, già inaugurata diverse volte (è una abitudine che la cosiddetta sinistra ha ereditato dalla destra) e mai terminata. Proponiamo che si individui, tra le aree militari che insistono in quella parte di città e che non sono utilizzate, quella idonea per ospitare l’ecocentro. I consiglieri comunali e la giunta virino verso questa alternativa. In caso contrario,chiediamo alla città di ribellarsi".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it