Politica

Terremoto, la promessa di Renzi: "Case, chiese, esercizi commerciali: ricostruiremo tutto"

Il premier traccia la linea per la ricostruzione dei luoghi del Centro Italia colpiti dal sisma. "I fondi ci sono, gli sfollati prima in albergo poi in casette di legno. No a qualunque polemica".



ROMA - "I luoghi colpiti rappresentano l'anima dell'Italia, non lesineremo risorse per rimettere in sesto tutto. Gli sfollati vanno prima in albergo e poi nelle casette di legno, prima di tornare nelle loro case. No assoluto a newtown". Così il premier Matteo Renzi, che interviene nelle ore successive all'ennesimo terremoto che mette in ginocchio migliaia di persone. "Fuori dal patto di stabilità tutte le spese per edilizia scolastica e sanitaria. La preoccupazione è tutta concentrata sulle persone e sui loro luoghi, sono da riportare alla normalità".

Renzi lancia un appello ai sindaci: "Quelli delle zone colpite sono come degli psicologi, devono rappresentare il volto dell'Italia unita. Nelle città distrutte l'economia si può rilanciare con l'enogastronomia e la cultura, come ad Arquata del Tronto, Accumoli, Camerino e la stessa Norcia. La priorità è garantire ai nostri connazionali di poter uscire da questa spirale. Sentir crollare la terra sotto ai piedi è terribile".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it