Politica

Patto per la Cagliari metropolitana, firma Renzi-Zedda. "168 mln reali, basta con l'austerity"

Il premier sigla l'intesa milionaria con il sindaco: sport, cultura, turismo, trasporti e ambiente, ecco i maxi settori sui quali finisce la pioggia di soldi. Presente anche il presidente della Regione, Pigliaru.



CAGLIARI - "Cagliari è una città molto bella, scusate se non indosso ancora la cravatta". Esordisce così Matteo Renzi, al suo arrivo - in ritardo di oltre un'ora sulla tabella di marcia - a palazzo Viceregio. Parole pronunciate mentre scende dall'auto, andando incontro al sindaco dell'ormai città metropolitana, Massimo Zedda, e al presidente della Regione, Francesco Pigliaru. La cravatta, Renzi, l'indossa prima dell'incontro nell'aula principale. Qualche bisbliglio scambiato sottovoce con Zedda e Pigliaru, alla ricerca di un ultimo check sui temi, prima di iniziare il "racconto" del patto milionario. Tante le autorità presenti, dal prefetto Giuliana Perrotta al commissario straordinario dell'Autorità portuale, Roberto Isidori. Ci sono anche i prmi cittadini di Quartu Sant'Elena e di Elmas, il nuovo numero uno della Camera di Commercio, Maurizio de Pascale, più vari consiglieri comunali di Cagliari.

ZEDDA: "SVILUPPO PER LA CITTÀ" - "Abbiamo l'occasione per mettere in moto molte opere, proseguendo nell'ammodernamento di Cagliari. Molentargius, la metropolitana, piena attenzione anche alle scuole e ai progetti legati alla salvaguardia dell'ambiente". Il sindaco parla a braccio, sotto il suo naso la cartelletta plastificata che contiene il "patto per la città". Zedda ringrazia Renzi: "È la dimostrazione di una nostra virtuosità amministrativa, in futuro, riuscendo a dimostrare la nostra bravura, è possibile che arrivino altri fondi".

RENZI: "SARDEGNA INDISPENSABILE" - "Dopo anni di tagli di fondi ai Comuni, c'è finalmente un nuovo percorso. Anche le Isole italiane, con la Sardegna, devono poter tornare a dire la loro. Ci sono tante unicità da valorizzare sempre di più". Non è lunghissimo il discorso del premier legato all'Isola, uno spazio decisamente ampio "gira" sulla questione Europa: "L'austerity è stata un fallimento perchè ha dei limiti evidenti, bisogna prenderne atto. Nel nostro prossimo bilancio ci saranno interventi aggiuntivi. L'Europa deve garantire uno sguardo più degno e maggiore attenzione. Dall'immigrazione ai nuovi modelli di crescita". Venti minuti scarsi di parole - quelle di Zedda e Renzi - poi la firma del documento che porta nelle casse dell'amministrazione cagliaritana 168 milioni. Alla fine, selfie per tutti: Renzi e sindaci dei Comuni, le fotocamere degli smartphone scattano all'impazzata. Nell'attesa del "clic" dell'apertura della cassa di palazzo Bacaredda.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it