Politica

Elisir di lunga vita in Sardegna, l'Ogliastra testimonial d'eccellenza. Pioggia di milioni dalla Regione

59 milioni per 22 Comuni, il progetto della qualitą della vita si spalma dalla valle del Padru e del Tacchi al nord della Provincia isolana. Agroalimentare, turismo, infrastrutture: č anche sfida allo spopolamento.



TORTOLÌ (OG) - Vale 59 milioni di euro e punta al rilancio dell'intero territorio "Percorsi di lunga vita", il Patto per l'Ogliastra chiuso con la consegna all'assessore della Programmazione e del Bilancio Raffaele Paci del protocollo di intesa sottoscritto dal partenariato territoriale alla presenza dei presidenti delle Unioni dei Comuni, del consigliere regionale Pd, Franco Sabatini, del sindaco di Tortolì, Massimo Cannas, del partenariato socio-economico e degli amministratori locali. Lunedì 5 dicembre prossimo il passaggio nella cabina di regia per la programmazione unitaria dei fondi, poi l'ultimo sigillo dalla Giunta.

QUALITÀ DELLA VITA IL PUNTO DI FORZA - Un anno e otto mesi di intenso lavoro per elaborare il progetto che viene presentato da tre Unioni (Valle del Padru e dei Tacchi Ogliastra Meridionale, presidente Mariangela Serrao, Nord Ogliastra, presidente Anna Assunta Chironi e Ogliastra, presidente Rosalba Deiana) per un totale di 22 Comuni. Un progetto che garantisce una visione unitaria e di ampio respiro dell'intero territorio, che punta sulla qualità della vita come elemento decisivo della longevità, di cui l'Ogliastra è "testimonial" d'eccellenza di tutta la Sardegna, che fa leva su qualità della vita e longevità, garantisce una visione ampia e strategica del territorio e ha l'ambizione di accorciare le distanze fra costa e interno mettendole in stretta sinergia grazie anche al ruolo "cerniera" del trenino verde. Agroalimentare, turismo, infrastrutture: la sfida lanciata dall'Ogliastra è ambiziosa, contrastare il fenomeno dello spopolamento con la creazione di nuove opportunità di lavoro e l'innalzamento del livello di benessere economico e sociale delle popolazioni, sia rafforzando l'apertura del sistema economico verso l'esterno che accrescendo la coesione interna del territorio. L'Ogliastra vuole dunque modernizzare e ampliare il settore turistico, consolidare la cantieristica e l'industria agroalimentare, riorganizzare e potenziare il sistema dei servizi.

UN PROGETTO MODELLO PER TUTTA LA SARDEGNA - "È un ottimo progetto che valorizza pienamente le grandi potenzialità di questo bellissimo territorio attraverso i suoi attrattori naturalistici, culturali, che punta sulle produzioni tipiche, per esempio la pasta fresca e tutta la filiera della capra, ma anche sulla nautica e sulle infrastrutture, sugli investimenti delle imprese, ma anche sulla sinergia fra coste e interno che è l'unico modo per rilanciare davvero il turismo", sostiene l'assessore Paci. "Complessivamente muoviamo 59 milioni di euro per un territorio che ha fatto una grande scommessa, dimostrando grande capacità di mettersi insieme e rinnovarsi. Le tre Unioni, cioè 22 Comuni, si mettono insieme per presentare un unico progetto, con una sola centrale di committenza, che sarà l'interfaccia della Regione nella preparazione dei bandi. È il metodo che vogliamo esportare in tutta la Sardegna e che sarà un modello per tutti gli altri territori", ha aggiunto il vicepresidente della Regione.

LE LINEE DI FINANZIAMENTO - Il progetto è organizzato in tre linee di finanziamento. Interventi di nuova finanza che muovono 22 milioni e 800mila euro, Interventi di nuova finanza già programmati con altri strumenti (9 milioni e 600mila euro, per esempio ), Interventi già valorizzati nell'ambito di ulteriori politiche regionali (26 milioni e mezzo). Un totale di oltre 59 milioni di euro per un territorio, l'Ogliastra, che per la prima volta riesce a pensarsi e a programmare gli interventi di rilancio con una visione unitaria. Anche la parte burocratico-amministrativa è stata rivoluzionata: la cabina di regia che in Regione programma tutti insieme i fondi europei, nazionali e regionali parlerà con un unico soggetto attuatore, l'Unione dei Comuni dei Tacchi, che sarà portavoce di tutte le altre. Tempi tagliati e burocrazia ridotta, dunque, principio guida in ogni intervento di questa Giunta. "Avevo detto nei precedenti incontri che non avrei mai promesso interventi se non con la certezza della copertura finanziaria: oggi abbiamo un progetto valido e abbiamo i soldi, e sono sicuro che riuscirà a creare sviluppo, ricchezza e occupazione sul territorio".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it