Politica

L'Italia resta ancora senza guida politica. Mattarella: "Devo riflettere, serve Governo solido"

Dopo le consultazioni con tutte le forze politiche presenti in Parlamento, il Capo dello Stato prende tempo. "Serve un nuovo esecutivo in breve tempo, le priorità in campo sono tante".



ROMA - "Il nostro Paese ha bisogno in tempi brevi di un governo nella pienezza delle sue funzioni". Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al termine delle consultazioni. "Ho ascoltato" - ha sottolineato il Capo dello Stato - "come era doveroso tutte le voci presenti in Parlamento. Ho registrato con attenzione, con rispetto le loro opinioni e le proposte che hanno avanzate. Nelle prossime ore valuterò quel che è emerso da questi incontri e prenderò le iniziative necessarie per la soluzione della crisi di governo". Mattarella ha quindi ricordato che "vi sono di fronte a noi adempimenti, impegni, scadenze di carattere interno, europeo ed internazionale, che vanno affrontati e rispettati".

Durante le consultazioni "è emersa come prioritaria un'esigenza generale di armonizzazione delle due leggi per l'elezione della Camera e del Senato. Condizione questa indispensabile per procedere allo svolgimento di elezioni". "Mi auguro che il clima politico possa articolarsi e svolgersi con un rapporto dialettico, come è necessario per la nostra democrazia, ma sereno e costruttivo", ha auspicato. "Vorrei ribadire" - ha proseguito - "che tra i punti in primo piano vi è quello che riguarda il sostegno ai nostri concittadini colpiti dal terremoto e l'avvio della ricostruzione dei loro paesi".

La terza e ultima giornata delle consultazioni si è chiusa con l'incontro tra il Capo dello Stato e la delegazione del Pd.  "Abbiamo assicurato al presidente Mattarella tutto il sostegno del Pd alla soluzione alla crisi che egli riterrà più opportuna", ha detto Luigi Zanda, capogruppo Pd al Senato. Toccherà al nuovo governo "affrontare le più urgenti emergenze tra le quali, ricordo, la legge elettorale. Il tutto con l'obiettivo di andare al voto nei tempi più rapidi possibile". La delegazione del M5S, con Luigi Gaetti e Giulia Grillo, ha invece affermato che il presidente dovrà "garantire il percorso istituzionale più rapido per andare al voto con la legge elettorale che sarà certificata dalla Corte costituzionale nelle prossime settimane" e ha espresso l'"assoluta contrarietà al conferimento di un incarico di governo".

Per Forza Italia, come ha evidenziato Silvio Berlusconi, in "questa difficile situazione l'unica strada possibile è l'approvazione in tempi rapidi di una legge elettorale condivisa in Parlamento, per poi consentire agli italiani di esprimersi con il voto e di scegliere finalmente da chi vogliono essere governati". Il movimento azzurro è pronto a "collaborare nel modo più costruttivo" senza però essere "disponibile a partecipare o a sostenere governi di larga coalizione".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it