Politica

Cagliari, a Sant'Elia solo promesse. "Nessuna azione concreta, degrado continuo e cittadini esasperati"

Palazzi con crepe e infiltrazioni d'acqua, fogne che esondano e servizi assenti. Il refrain nel rione popolare del capoluogo sardo non cambia. "Gli enti responsabili non dialogano tra loro, gli anni passano e tutto rimane identico".



CAGLIARI - Come un continuo "anno zero". Nel rione popolare di Sant'Elia - una porzione su tutte, il complesso del Favero, abitato da decine di famiglie - i problemi continuano ad essere quelli di sempre. Piove? "Saltano le fogne". Muffa e fili elettrici che svolazzano da una parte all'altra? "Ancora presenti". La ristrutturazione dei palazzi (Comune gestore, Area regionale proprietario)? "Mai partita in modo definitivo". Un anno esatto, giorno più giorno meno: il reportage realizzato tra gli angoli di strada e i piani degli appartamenti porta alla luce - per l'ennesima volta - una situazione decisamente critica. Il caso arriva in Comune, con tanto di ordine del giorno. Discusso e bocciato dalla maggioranza di centrosinistra. In quell'occasione, il sindaco Massimo Zedda è netto: "Questioni già poste ad Area,nei prossimi giorni abbiamo la convocazione di un tavolo per capire lo stato di avanzamento dei lavori". E ancora: "Se c'è un'esigenza di realizzare una palazzina di scambio durante gli interventi dentro le case, è un conto. Se diventa aggiungere edilizia popolare sopra edilizia popolare, non se ne parla minimamente". È il 15 marzo 2016. A distanza di quasi 365 giorni, l'opposizione torna all'attacco. "Non è stato fatto nulla".

E, tra i banchi di palazzo Bacaredda, arriva un ordine del giorno totalmente identico. A protocollarlo è, per la seconda volta in dodici mesi, Pierluigi Mannino (consigliere comunale di #Cagliari16). "Promesse, solo promesse. Nel rione ci sono abitanti che attendono ancora interventi, sia urgenti sia standard. Pagano l'affitto e vivono tra disagi continui. È finito il tempo della mediazione e del politicamente corretto", afferma Mannino. "La speranza è che la ripresentazione dello stesso ordine del giorno di un anno fa possa trovare, finalmente, il voto unanime di tutti i consiglieri, in modo da poter fare un concreto richiamo agli enti competenti, che devono prendersi le loro responsabilità e produrre, dopo tantissimi anni, fatti concreti".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it