Politica

Maxi parco nella valle del Rosello e 3600 edifici sotto esame. Sassari, piano del centro storico: le novità

L'area della città vecchia divisa in 9 blocchi, demolizioni e ricostruzioni a macchia di leopardo. Più una nuova area "green". Ai nastri di partenza le carte stilate dal Comune che ridisegnano molte aree.



SASSARI - Un altro tassello del programma di mandato della maggioranza guidata dal sindaco, Nicola Sanna, è pronto per la città. Il piano che studia nel dettaglio i 3600 edifici presenti nel centro storico e che, grazie al lavoro di riordino fatto dagli uffici di via Demuro, suddivide in 9 comparti l'area della vecchia città, salvaguarda e valorizza l'aspetto storico, architettonico e identitario dei beni presenti. Il nuovo piano particolareggiato della "città murata" nei giorni scorsi è approdato all'esame della terza commissione Urbanistica. A illustrare il piano particolareggiato del centro storico sono stati l'assessore comunale all'Urbanistica, Gianni Carbini, il dirigente del settore, Claudio Castagna, e i funzionari, Roberta Omoboni e Sebastiano Frau.

Nel centro storico, suddiviso in nove comparti, vengono individuati ben 3600 edifici, per i quali si prevedono singoli studi di dettaglio. Numerose le azioni che, grazie alla presenza del piano, è possibile realizzare nel vasto perimetro del centro storico. Si va dalla possibilità di manutenzione ordinaria e straordinaria al restauro conservativo, dal restauro alla ristrutturazione conservativa. Importanti le novità introdotte dallo strumento che prevede anche la possibilità di demolizione e ricostruzione di alcuni edifici quindi la sopraelevazione, l'ampliamento, la nuova costruzione o la sola demolizione. Sulla valle del Rosello si prevede un grande parco urbano, la ristrutturazione conservativa delle case che si affacciano sul Rosello quindi la ristrutturazione significativa di altre e, infine, la realizzazione di strutture a servizio degli orti urbani. Nelle zone di Sant'Apollinare e San Donato vengono previsti gli interventi più significativi di demolizione e ricostruzione, mentre sono circa 26mila i metri cubi di volumi previsti in aumento.

"Il piano", dice l'assessore Carbini, "porta un attento riordino e dai singoli piani previsti per i vari comparti del centro storico, attraverso una loro omogeneizzazione, ha consentito la formulazione di un unico piano particolareggiato della città murata. Il piano, dopo la sua approvazione in consiglio comunale, deve passare al vaglio dell'ufficio tutele del paesaggio". È il dirigente del settore Urbanistica a sottolineare l'importanza della novità rappresentata dalla "ristrutturazione di tipo conservativo". Si tratta "della tipologia di intervento che mantiene immutati alcuni elementi strutturali qualificanti, con possibili integrazioni funzionali o strutturali, senza incrementi di superficie, di volume e variazioni della sagoma storicamente esistente. Tra questi elementi qualificanti degli edifici vengono previsti i vani scala che hanno caratteristiche di bellezza architettonica e decoro, che non possono essere cambiati".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it