Politica

Nuova legge urbanistica, Cappellacci: "Su vincoli e alberghi è un ritorno al passato"

"Rinato Soru". Così Ugo Cappellacci, coordinatore regionale di Forza Italia, commenta gli annunci della giunta regionale sulla legge Urbanistica approvata ieri.



"Se le la filosofia resta quella applicata all'epoca del Ppr – osserva l'esponente azzurro- è evidente che non si tratta di una rivoluzione, ma di un ritorno indietro di dieci anni, iniziato con la riesumazione del Ppr originario, con la cancellazione del piano casa e proseguito con quella che appare come un'etichetta priva di contenuti concreti. E' sintomatico – prosegue il forzista- che si mantenga un atteggiamento ideologico verso le strutture alberghiere e non vorremmo che fosse improntato al vecchi metodo delle intese: quello delle norme rigide per tutti, che vengono interpretate per pochi eletti".

La nuova legge prevede la possibilità di ampliamento dei volumi per le strutture ricettive, nella fascia dei 300 metri dal mare, pari al 25% ma solo per miglioramento. Secondo quanto riporta l'Ansa "si potranno adeguare le stanze, ma non offrire più posti letto o dare nuovi servizi, per incrementare la competitività e puntare alla destagionalizzazione, anche attraverso strutture separate da quella principale".

"Del resto – ricorda Cappellacci- perfino Soru, nelle vesti di imprenditore, ha impugnato la sua 'creatura', dopo essersi reso conto che è uno strumento che blocca qualsiasi tentativo di riqualificazione e di valorizzazione delle strutture ricettive. Attendiamo inoltre di comprendere meglio la vicenda dei cosiddetti 'corpi separati'. A parte le solite slide resta una gran confusione, con i Comuni costretti ad adeguarsi prima al vecchio Ppr, poi ad una cosiddetta legge urbanistica e poi chissà a quale altra trovata. Un'incertezza che pesa sulla nostra economia – ha concluso Cappellacci- e che è invece una vera cuccagna per le consulenze pagate con soldi pubblici".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it