Politica

Nuovi investitori cercasi, Alghero mette "in saldo" l'area di San Marco

Il quattro aprile prossimo è il "click day", 124 milioni per le imprese destinate a aree di crisi non complessa. La Riviera del Corallo offre ai potenziali investitori l'area industriale a costi più che dimezzati.



ALGHERO (SS) - Il prossimo 4 aprile alle 12 scatta il "click day" per l'assegnazione di 124 milioni di euro in favore delle aziende in aree di crisi non complesse. Tra i territori che godono di questo status c'è anche quello di Alghero, che può beneficiare delle agevolazioni previste dalla legge 181/89 per il rilancio delle aree colpite da crisi industriali e di settore. Lo strumento agevolativo finanzia iniziative imprenditoriali per rivitalizzare il sistema economico locale e creare nuova occupazione, attraverso progetti di ampliamento, ristrutturazione e delocalizzazione. Finanziabili anche i programmi di investimento per la tutela ambientale, il turismo e i progetti di innovazione organizzativa. Possono partecipare le imprese di qualunque dimensione, a patto di realizzare investimenti di almeno 1,5 milioni di euro.

"Il bando ministeriale rappresenta un'opportunità fondamentale per le imprese del territorio – dice il sindaco Mario Bruno – nell'ambito dei progetti che stiamo sviluppando nell'agglomerato industriale della città". Il primo cittadino ricorda che, secondo i dati più recenti, Alghero conta 13 mila disoccupati: "È un dato rilevante, dobbiamo dare risposte e lo stiamo facendo sfruttando la nostra funzione di ente locale", aggiunge il primo cittadino catalano, ricordando che l'inserimento della città tra le aree industriali non complesse può rappresentare una possibilità di sviluppo, essendo venuta meno la possibilità di far parte dell'area industriale complessa in cui sono invece comprese Sassari e Porto Torres. "Non rinunciamo all'unità del territorio – ha concluso il sindaco – ma insieme al Consorzio Industriale lavoriamo per porre le basi di uno sviluppo industriale ragionato e innovativo". Su questa strada si inserisce uno dei grandi progetti del Consorzio, Litehouse, finanziato dal ministero dello Sviluppo economico per 2,5 milioni di euro – su 7,5 milioni ottenuti complessivamente - e che sorgerà proprio nel sito industriale di San Marco. Come spiega il presidente del Consorzio Industriale Provinciale di Sassari, Pasquale Taula, "Litehouse sarà un avveniristico polo di riferimento per l'internazionalizzazione e la cultura d'impresa, in una prima fase dedicato alla qualità e l'efficienza edilizia, ambientale ed energetica. Il progetto punta ad agevolare il processo di sviluppo delle piccole e medie imprese locali attraverso l'interazione con laboratori di ricerca universitari e startup industriali già incubate, in una delle città più belle d'Italia, con una qualità della vita straordinaria e in cui non solo i sardi verrebbero volentieri a vivere e lavorare. Questa dovrà essere la vocazione di San Marco, sito oggi in via di continua infrastrutturazione: raccogliere professionalità di livello europeo sfruttando la condizione non comune della prossimità a un aeroporto internazionale".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it