Politica

Cagliari, lite per la rete del gas. Il Comune incassa 3,5 milioni

Nelle casse dell'amministrazione arriva il "tesoretto" legato alla querelle, finita davanti al giudice, con l'IsGas. Dal tribunale arriva l'ultimo atto di una vicenda lunga oltre dieci anni.



CAGLIARI - Il Comune incassa da IsGas 3,5 milioni. Il motivo? I mancati pagamenti negli anni, dal 2002 sino al 30 settembre 2008. Due anni fa la decisione delle toghe di dar ragione al Comune. Che, a distanza di ventiquattro mesi, passa all'incasso. Undici anni e spiccioli di battaglia tra pubblico e privato, con il primo che, alla fine, trionfa. La storia legata al contenzioso tra Comune e IsGas inizia nel 2007, e vede la fine con la sentenza civile del tribunale del capoluogo sardo. La sentenza è la 340 del 2015. È il servizio mobilità, infrastrutture viarie e reti del Comune, con la determina firmata dal dirigente, Pierpaolo Piastra, che mette in chiaro tutto. Il documento prevede, tra le altre cose, "di incassare la somma di euro 3.478.872,85 quale corrispettivo dovuto dal concessionario del servizio di distribuzione del gas cittadino", proprio come stabilito dalla sentenza.

Lo scontro tra Comune e ISGas affonda le sue radici nel passato: bisogna tornare fino al novembre 1993: con una delibera viene affidato il servizio per la fornitura del gas, dodici mesi dopo inizia l'era dell'associazione di imprese Conscoop-Cis. C'è un'altra società che impugna l'atto - la Italgas-Metano sarda, e si arriva fino al 2002, quando l'amministrazione comunale affida tutto a IsGas. Con affidamenti provvisori, rinnovati in prossimità della scadenza. Tutto fila liscio fino al 2007, quando il privato decide di fare causa al Comune, per "inadempienza" e perchè "la proroga del servizio non rientra negli accordi". Ma il giudice la pensa diversamente, e condanna il privato al risarcimento. 

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it