Politica

Ex carcere di Iglesias centro migranti, polemiche sulla scelta del Ministero

"Il Carcere di Iglesias è ufficialmente il centro regionale permanente per rimpatri di migranti". Lo afferma il deputato di Unidos Mauro Pili. La replica della Regione: "Si tratta di una proposta, non è decisione definitiva".



CAGLIARI- Polemiche sulla decisione del Ministero degli Interni di indicare l'ex carcere di Iglesias come Cpr ovvero centro di permanenza per i rimpatri dei migranti. Il primo a sollevare il caso è il deputato di Unidos Mauro Pili: "Viene ufficializzata la decisione che avevo denunciato due anni fa e confermato nei dettagli lo scorso marzo - denuncia Pili - Due mesi fa arrivarono ridicole smentite e silenzi complici da parte di chi aveva il dovere di intervenire e bloccare questa gravissima decisione. Oggi si va oltre l'ufficialità: le regioni hanno avuto la comunicazione ufficiale. Il carcere di Iglesias sarà trasformato in centro di accoglienza per immigrati, più esattamente un centro permanente per i rimpatri. In quel centro andranno dai 200 ai 300 immigrati. Si tratta di un progetto folle e scellerato, sia sul piano della dislocazione di un centro di accoglienza in un carcere sia per l'inopportunità di una struttura in un'area priva di qualsiasi tipo di servizio ma ricompresa in un compendio ad alta densità abitativa rurale". 

Per Ugo Cappellacci, coordinatore regionale di Forza Italia, si tratta "dell'ennesimo signorsì di un presidente e di una Giunta regionale succubi del giglio magico di Renzi. Pigliaru si opponga all'uso cinico della Sardegna come nuova Lampedusa o, se non ha il coraggio di ribellarsi, torni a fare lezioni e convegni. Venerdì alle 18 – ha concluso Cappellacci- manifesteremo davanti all'ex carcere di Iglesias contro quello che sarebbe l'ennesimo sopruso nei confronti della comunità sarda, con la complicità di una giunta regionale servile e immobilista".

La Regione replica con una nota affermando che sull'individuazione dei Centri di permanenza per i rimpatri si riserva di far pervenire al Ministero degli Interni la posizione da promuovere con il coinvolgimento dell'Anci e delle amministrazioni locali. "La proposta del Ministero, pervenuta questo pomeriggio,  - si legge -riguarda l'ex casa mandamentale di Iglesias, da ristrutturare, per una capienza di 100 posti e giunge a seguito di ricognizione tecnica sui possibili centri già esistenti e funzionali, assieme ad altre 10 strutture dislocate nel resto d'Italia. Come condiviso in sede di Conferenza delle Regioni, la decisione definitiva presuppone l'accordo con la Regione che può, nel mentre, proporre alternative".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it