Politica

Francia, inizia il quinquennio di Macron. "La rinascita dell'Europa č dietro l'angolo"

Il leader di En Marche si insedia all'Eliseo. Passaggio di consegne con l'uscente Hollande, ecco l'agenda dei primi cento giorni. "Pių forza alla nostra nazione, piena difesa del laicismo repubblicano".



PARIGI -  "La Francia cercherà sempre di essere al fianco della libertà e dei diritti dell'uomo, sempre per sostenere la pace e uno sviluppo sostenibile". È uno dei passaggi del discorso del nuovo presidente francese, Emmanuel Macron, che si insedia all'Eliseo. Per compiere questa missione, aggiunge il nuovo capo dello Stato, "avremo bisogno di un'Europa più efficace, e più politica e io lavorerò a tal fine". L'Europa, dice ancora Macron in un altro passaggio del suo discorso, "sarà rafforzata perché ci protegge e difende i nostri valori".

"Il mondo e l'Europa hanno bisogno di una Francia forte"" aggiunge il nuovo presidente francese nel discorso pronunciato nel salone delle feste dell'Eliseo. "Il mondo e l'Europa hanno più che mai bisogno di una Francia che porti alta la voce della libertà e della solidarietà e che sappia inventare il futuro", ribadisce Macron, che prima di pronunciare il suo discorso viene insignito della Legion d'Onore. Nel suo discorso al palazzo dell'Eliseo, il neo presidente fa appello all'orgoglio dei francesi per proiettare la Francia nel futuro. "La potenza della Francia non è in declino, siamo all'alba di una grande rinascita, il futuro è nelle nostre mani e abbiamo tutte le risorse delle grandi potenze del mondo", dice Macron illustrando le linee guida del suo quinquennio alla guida dello Stato. "Tutto quello che fa della Francia un paese sicuro sarà potenziato, il laicismo repubblicano sarà difeso, le forze dell'ordine e l'esercito saranno rafforzati", afferma il presidente. Inoltre, "le imprese saranno sostenute, l'iniziativa incentivata, la cultura e l'istruzionesaranno al centro della mia azione. I francesi che hanno dimenticato cosa vuol dire sentirsi protetti lo capiranno di nuovo".

Prima, il passaggio di consegne con il presidente uscente, François Hollande. I due, a colloquio privato per oltre un'ora, avrebbero discusso, secondo varie fonti, sui principali procedimenti in corso, su eventuali trattative per la liberazione di ostaggi, sulla negoziazione dei contratti strategici o la preparazione di grandi eventi internazionali. Il presidente uscente Hollande lascia il palazzo dell'Eliseo, tra gli applausi della folla presente, mentre il nuovo presidente e la moglie Brigitte salutano folla, fotografi e cameramen presenti nel cortile del palazzo presidenziale.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it