Politica

Fluorsid, l'inquinamento a Santa Gilla preoccupa. Zedda: "Subito nuove analisi"

Inchiesta Fluorsid, convocato d'urgenza il Consiglio della città metropolitana di Cagliari. I sindaci della laguna di Santa Gilla chiedono subito nuove analisi per capire lo stato dell'inquinamento. Zedda: "Necessario rassicurare i cittadini".



CAGLIARI - Lo scandalo Fluorsid scuote la politica che ora corre ai ripari per chiarire due questioni: capire quanto sia inquinata la laguna di Santa Gilla e rassicurare al più presto chi abita e lavora nella zona. 
 
Questi gli argomenti  che hanno tenuto banco durante il Consiglio della città metropolitana convocato questa sera. Ancora prima però, alle 13, si è svolto un incontro tra i sindaci dei Comuni che confinano con l'area di Santa Gilla. "È chiaro - ha detto il sindaco di Cagliari Massimo Zedda - che ci sia una preoccupazione da parte della popolazione e di coloro che lavorano nella laguna. Notizie di questo tipo danneggiano l'immagine di un territorio che stiamo cercando di valorizzare  dal punto di vista turistico e ambientale". 
 
 

Due le linee d'azione intraprese. Verranno richieste subito analisi approfondite delle acque per capire il livello di inquinamento della laguna in prossimità col mare. Questo il contenuto di una lettera che verrà inviata a Regione e Arpas. "È verosimile - ha spiegato Zedda - che quel tratto di laguna non sia inquinato, quindi è necessario rasserenare i pescatori che lavorano là". La seconda azione sarà quella di attivare un tavolo permanente tra Comuni, Asl, Ministero e altri enti interessati per seguire la vicende passo dopo passo e capire quali iniziative assumere per salvaguardare tutti gli ambiti a rischio. 
Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it