Politica

Inquinamento industriale in Sardegna, piaga ancora attuale. Dalla Regione spese milionarie per le bonifiche

Da nord a sud dell'Isola, sono numerosi i siti "sporcati" da questa o quella societÓ privata. Dopo anni di stallo, ecco i primi fondi per intervenire: una cifra da capogiro, 172 milioni.



CAGLIARI - Si scrive industria ma, spesso, si legge "disastro ambientale". Soprattutto nell'Isola, non bastano le dita di due mani per conteggiare le aree inquinate nelle quali, per anni, si è fatta industria. Il Sulcis Iglesiente, ma anche il profondo nord con Porto Torres e La Maddalena, senza dimenticare Furtei (con la vergogna della "miniera al veleno") e Ottana. I denari per ripulire le aree sfregiate dalla mano dell'uomo ci sono. Non bastano per curare tutte le ferite, ma sempre meglio di nulla. Una vagonata di denari, tra stanziamenti regionali e soldi arrivati da Roma grazie al Patto con il Governo. Di seguito, ecco l'elenco delle aree sotto bonifica.

I progetti di bonifica sulle aree minerarie e industriali, infatti, sono partiti, contando su uno stanziamento di 118,6 milioni ai quali si aggiungono i 54,3 provenienti dal Patto con il Governo. Interessano le aree Sin del Sulcis-Iglesiente-Guspinese e Porto Torres (22533 ettari) e Ottana, La Maddalena, Furtei e altre zone non incluse nei Sin (circa 1800 ettari). Nell'area Syndial di Porto Torres sono in campo 250 milioni di euro, a carico di Eni, e procede l'iter istruttorio, ormai a un buono stadio di avanzamento. Nel Sulcis, che conta anche sui fondi Fsc, sono in fase di appalto. Su Montevecchio Ponente si sta attivando la procedura di delega. A Furtei Igea sta per concludere il progetto definitivo e poi si procederà con l'appalto. Già realtà, anche, il Piano regionale dell'amianto, con 15 milioni dal Patto per completare gli interventi. Gli uffici preposti della Regione, inoltre, sono impegnati nel complesso lavoro di revisione del piano dei siti inquinati. L'obbiettivo-speranza è quello di arrivare a una mappatura completa entro il 2017.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it