Politica

Maninchedda: "Crollo degli appalti colpa del centralismo dello Stato"

"Il crollo degli appalti pubblici in Sardegna ha nello Stato italiano disordinato e conflittuale l'unico responsabile ed è la conseguenza diretta di due cose. Prima di tutto del nuovo Codice degli appalti che di fatto ha bloccato tutto e poi del Bilancio armonizzato a cui ci hanno costretto e che, come molti presidenti di Regione stanno denunciando e fra gli ultimi la Serracchiani, è un nemico assoluto degli investimenti".



Lo dice l'assessore dei Lavori Pubblici Paolo Maninchedda in merito agli ultimi dati rivelati da una ricerca della Cna Sardegna
"Per fare banali manutenzioni lo Stato impiega anni, e ad aggravare ulteriormente la situazione è l'assurda tendenza alle fusioni, al neocentralismo affetto da megalismo: una centralizzazione che blocca qualunque processo nelle periferie, come ha ampiamente dimostrato la fusione fra Anas e Rfi. La Giunta ha messo in campo sin dall'inizio quegli interventi pubblici oggi sollecitati dalla Cna con il mutuo infrastrutture e con una serie di bandi e iniziative: ma, ripeto, i nostri sforzi rischiano di essere inutili e di venire vanificati quando si scontrano con regole e burocrazia statali che bloccano tutto", conclude Maninchedda.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it