Politica

Evasione fiscale stellare a Quartu. Tra Tarsu e Imu mancano all'appello 12 milioni

Le casse pubbliche della terza città della Sardegna piangono quasi miseria. Tantissimi i soldi non versati dai cittadini, gli avvisi di riscossione restano lettera morta. Sos del sindaco: "Un dramma".



QUARTU SANT'ELENA (CA) - Sono stellari le cifre legate all'evasione fiscale nella terza città della Sardegna. Tributi non pagati dai cittadini, con il risultato che le casse pubbliche sono in forte sofferenza. Per quanto Tarsu, Tares e Tari sono stati emessi 1446 avvisi, per circa 5,5 milioni di euro: ne sono stati pagati o rateizzati solo 450mila euro e ne restano quindi da riscuotere più di 5 milioni. Sul fronte dell'Imu sono stati invece emessi 5647 avvisi, per un ammontare di 8 milioni di euro: di questi l'amministrazione comunale quartese ha incassato solo 837mila euro e sono da riscuotere 7 milioni. In totale, a fronte di avvisi di riscossione per circa 13,4 milioni, al momento sono entrati o sono stati rateizzati solo 1,2 milioni. Sono quindi ancora da riscuotere ben 12 milioni.

"Le casse comunali piangono, direi singhiozzano – spiega il sindaco, Stefano Delunas - e se dovessimo decidere di aumentare i tributi, la Legge di stabilità ce lo vieterebbe. Quindi, l’unica via per rendere virtuoso il bilancio della terza città della Sardegna è recuperare in maniera incisiva le cifre stellari dell’evasione".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it