Politica

Ex inceneritore e discarica di San Lorenzo, maxi intervento milionario. Bonifica e nuovo impianto nel 2018

2,6 milioni tra demolizioni e restyling, soldi del Comune di Cagliari e Regione. I capannoni, dopo 50 anni, tirati giù. "Struttura potenziata in vista della partenza del porta a porta".



CAGLIARI - Ammonta a 2,6 milioni il finanziamento ottenuto dal Comune del capoluogo sardo dalla Regione per la bonifica e la messa in sicurezza del polo tecnologico di San Lorenzo. Gli interventi interesseranno i capannoni dell'ex inceneritore, la discarica e la stazione di travaso, tutt'ora in esercizio, che consente di trasferire i rifiuti dai mezzi che raccolgono i rifiuti in città agli autoarticolati di grandi dimensioni dedicati al trasporto agli impianti di lavorazione finale.

I capannoni dell'ex inceneritore, costruito nel 1968 e in funzione fino al 1988, vengono demoliti nel 2018. Prima della demolizione è prevista un'importante bonifica delle strutture: l’intervento complessivo comporterà una spesa di circa 1,8 milioni, di cui 600mila finanziati dalla Regione. Per la discarica si prospettta una "messa in sicurezza" con una spesa che ammonta a 2,5 milioni: 2 sono finanziamenti della Regione e 500mila del Comune. La sistemazione del polo tecnologico di San Lorenzo, intoppi permettendo, "deve essere completata da un terzo importante intervento. Il Comune ha infatti recentemente affidato i lavori di ampliamento e messa a norma della stazione di travaso, che iniziano nei prossimi mesi. La stazione sarà potenziata in vista dell’avvio del servizio di raccolta porta a porta, che viene svolto con mezzi più piccoli di quelli attuali e che devono ricorrere con maggiore frequenza al trasferimento dei rifiuti nei mezzi di dimensione maggiore". Questo terzo intervento, per il quale vengono spesi 1,7 milini. è finanziato integralmente con fondi dl bilancio del Comune.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it