Politica

Lotta alla crisi con bonifiche e riconversioni. Porto Torres entra nel progetto delle zone economiche speciali

Dopo il capoluogo sardo, anche il Comune del Sassarese viene coinvolto nel progetto Matrýca. All'orizzonte una serie di interventi ridare "ossigeno economico" soprattutto nell'area portuale.



SASSARI - "Uno strumento utile per il quale occorre un progetto complessivo di investimento e un piano di sviluppo della Regione. La sede ideale è sicuramente il porto di Cagliari ma credo che altre zone economiche speciali possano essere istituite in Sardegna, in primis nell'area portuale di Porto Torres". A dirlo è il presidente del Consiglio regionale, Gianfranco Ganau, intervenendo al dibattito organizzato a Sassari al palazzo della Provincia dall'associazione Sardegna Europa dal titolo "Zone economiche speciali, area di crisi e bonifiche per la ripartenza del territorio".

"Le zone economiche speciali offrono un'opportunità in più per attrarre nuovi investimenti, favorendo nuovi insediamenti attraverso agevolazioni fiscali, incentivi e deroghe normative – sottolinea il massimo rappresentante dell'Assemblea sarda – spetta alle Regioni favorire questo processo e stabilire insieme ai territori quali siano le prospettive e gli interventi necessari da sviluppare. Ritengo che su Porto Torres l'attivazione vada intersecata con i vantaggi legati al riconoscimento di area di crisi complessa e si possa partire dal progetto di Matrìca, introducendo lo strumento della Zes nell'ambito del nuovo accordo tra Stato Regione ed Eni attualmente in fase di definizione. In questo quadro vanno sicuramente inseriti – osserva Ganau - gli interventi per le bonifiche e quelli legati alla riconversione dei siti industriali dismessi".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it