Politica

Maialetto "salvo" per Ferragosto, riprende la macellazione della carne. Pigliaru firma (in ritardo) il decreto

Dalla Regione l'ok-proroga per far proseguire la lavorazione degli scarti. In salvo, forse, il guadagno estivo dei produttori di carne suina. Beffa evitata per tantissimi allevatori.



CAGLIARI - Contrordine: il maialetto ritorna, dopo essere stato scuoiato, sui banchi della carne di supermercati e mercati dell'Isola. Il tanto temuto stop - legato a una dimenticanza della Regione - viene "stracciato" dalla firma del presidente sardo, Francesco Pigliaru, alla proroga di sei mesi che permette di portare gli scarti di macellazione nelle discariche autorizzate. Una vera e propria corsa contro il tempo, quella dell'amministrazione regionale. Con l'allarme lanciato dalla Coldiretti, "perdite per 100mila euro", che, forse, ha contribuito a dare la sveglia al mondo politico.

"Si sblocca una situazione assurda e ridicola, visto che durante il periodo estivo la Sardegna è affollata da migliaia di turisti e, per il periodo di Ferragosto, si è corso il pericolo di non avere la pietanza per eccellenza della cucina isolana, ovvero il maialetto. Sarebbe stata una beffa, non solo sotto il profilo economico, per allevatori e macellai", sostiene il capogruppo regionale dell'Udc, Gianluigi Rubiu, dopo aver sollevato, una settimana fa, l'anomali-dimenticanza. "Occorre lavorare subito per dare seguito ai bandi predisposti per l'autorizzazione e la costruzione di nuovi impianti per il trattamento dei sottoprodotti di origine animale. Solo così si esce dall'emergenza".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it