Politica

Il Governo boccia la legge edilizia sarda

Il Consiglio dei Ministri ha impugnato la legge regionale sarda 11 del 3 luglio 2017 recante “Disposizioni urgenti in materia urbanistica ed edilizia. Modifiche alla legge regionale n. 23 del 1985, alla legge regionale n. 45 del 1989, alla legge regionale n. 8 del 2015, alla legge regionale n. 28 del 1998, alla legge regionale n. 9 del 2006, alla legge regionale n. 22 del 1984 e alla legge regionale n. 12 del 1994”.



La legge è stata bocciata in quanto "alcune norme prevedono interventi che si pongono in contrasto con le norme fondamentali in materia di paesaggio contenute nella legislazione statale, eccedendo in tal modo dalle competenze statutarie attribuite alla Regione Sardegna dallo Statuto speciale di autonomia, e violando l’art. 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione".

Di fatto quella impugnata dal Consiglio dei Ministri è la cosiddetta "legge di manutenzione", che sostituisce leggi più vecchie e che anticipa la nuova legge urbanistica, quest'ultima non ancora votata dal Consiglio regionale.

Nella foto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it