Politica

Ad Assemini nasce il bilancio partecipato. "Cittadini decideranno come spendere 35mila euro"

Il Comune di Assemini sperimenta per la prima volta il Bilancio partecipato. In campo 35mila euro di soldi pubblici da destinare ad opere e iniziative che gli stessi asseminesi decideranno come spendere.



ASSEMINI - Il Comune fa un passo in avanti verso la partecipazione dei cittadini. Lo fa con un'iniziativa chiamata, appunto, bilancio partecipato. A darne notizia è il primo cittadino Mario Puddu (M5S): "È capitato solo in poche altre occasioni in Sardegna che i cittadini abbiano deciso come spendere i soldi pubblici. L’amministrazione comunale - spiega - mette in campo 35.000 euro di soldi pubblici da destinare ad opere e iniziative che gli stessi asseminesi decideranno come spendere".

Una scelta che verrà effettuata in modo concordato con il Comune. L’iter è composto da tre fasi:  entro il 30 settembre, giorno di scadenza dell’avviso pubblico di manifestazione di interesse, chiunque (associazioni o privati cittadini) potrà presentare agli uffici competenti una proposta di spesa. Gli stessi uffici, entro poco tempo dalla data di scadenza del bando pubblico, effettueranno una sorta di studio di fattibilità.  "In pratica - prosegue Puddu -, e senza entrare nel merito della proposta, l’amministrazione valuterà il grado di fattibilità oltre ad una sommaria analisi dei costi". 

Terza e ultima fase, il dibattito pubblico. "Tutte le idee che passeranno al vaglio degli uffici, verranno discusse e votate durante un’assemblea pubblica convocata per l’occasione. Sarà un importante momento di confronto e di dialogo fra cittadini, associazioni e amministrazione comunale.
Le risorse economiche verranno spese nell’idea (oppure le idee) che sposerà il miglior connubio costi/benefici per la collettività. Una decisione che verrà effettuata alla fine della giornata di dibattito attraverso una votazione della maggioranza dei cittadini presenti".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it